chimica-online.it

Unità di misura dell'accelerazione

Qual è l'unità di misura dell'accelerazione?

L'accelerazione rappresenta la variazione di velocità di un corpo nell'unità di tempo.

Poiché la velocità è una grandezza vettoriale, essa può cambiare in modulo e conservare la direzione, oppure cambiare in direzione e conservare il modulo, o infine, cambiare sia in modulo che in direzione; in ognuno di questi casi si manifesta l'accelerazione che è, anche essa, una grandezza vettoriale definita cioè da un proprio modulo e da una propria direzione.

Il rapporto fra la variazione del vettore velocità e l'intervallo di tempo in cui si è verificata tale variazione costituisce l'accelerazione media am.

Come si calcola l'accelerazione?

In termini scalari l'accelerazione viene calcolata con la seguente formula:

Formula accelerazione

in cui:

  • ΔV rappresenta la variazione di velocità (si misura in m/s)
  • Δt rappresenta l'intervallo di tempo (si misura in s).

Ma qual è l'unità di misura dell'accelerazione?

Per stabilire l'unità di misura dell'accelerazione è sufficiente eseguire l'analisi dimensionale della formula precedente.

Siccome la velocità si misura in metri al secondo (m/s) e il tempo in secondi (s), risulta che l'unità di misura dell'accelerazione è metri al secondo quadrato (m/s2), infatti:

Analisi dimensionela accelerazione

Se un corpo ha pertanto una accelerazione di 3 m/s2 significa che, nel tempo di un secondo, la sua velocità aumenta di 3 m/s.

Viceversa, se un corpo ha una accelerazione di 1 m/s2 significa che, nel tempo di un secondo, la sua velocità aumenta di 1 m/s.

Unità di misura dell'accelerazione di gravità

Ogni corpo in caduta libera sulla Terra è soggetto ad un'accelerazione naturale che dipende dalla massa della Terra e dal suo raggio (per info: massa della Terra e raggio della Terra): tale accelerazione naturale è detta accelerazione di gravità.

Anche l'accelerazione di gravità, essendo una accelerazione a tutti gli effetti, è misurata in m/s2 e il suo valore è pari a 9,81 m/s2.

Ciò significa che un corpo quando viene lasciato libero di cadere sulla Terra incrementa la propria velocità di 9,8 m/s ogni secondo (per ulteriori info: caduta dei gravi); il moto a cui il corpo è soggetto è a tutti gli effetti un moto rettilineo uniformemente accelerato.

Allo stesso modo un corpo lanciato verso l'alto è soggetto ad una decelerazione costante pari a – 9,8 m/s2; da si può evincere che anche la decelerazione è misurata in metri al secondo quadrato (m/s2).

Altre unità di misura dell'accelerazione

Anche se è la più utilizzata in assoluto, m/s2 non è l'unica unità di misura dell'accelerazione.

È vero che il metro e il secondo sono le unità di misura fondamentali del Sistema Internazionale ma esprimendo, ad esempio, la velocità in chilometri all'ora (km/h) e il tempo in ore (h) risulta che l'unità di misura dell'accelerazione è km/h2, infatti:

km/h2

In geodesia e geofisica e in generale nel sistema CGS, l'accelerazione è talvolta ancora espressa in centimetri al secondo quadrato (cm/s2).

Tale unità di misura è detta galileo (simbolo: Gal); si ha pertanto che: 1 Gal = 1cm/s2. Un Gal equivale a 0,01 m/s2.

Link correlati:

Quali sono le formule inverse della accelerazione?

Che cosa si intende per accelerazione istantanea?

Studia con noi