chimica-online.it

Collegamento in parallelo di batterie

Come avviene il collegamento in parallelo di batterie?

È possibile collegare tra di loro più generatori di tensione in serie, in parallelo o in maniera mista serie e parallelo.

Batterie collegate in parallelo

Il collegamento in parallelo di più generatori si ottiene collegando direttamente tra di loro i poli positivi di ogni generatore ed allo stesso modo tra di loro i poli negativi:

Collegamento in parallelo di batterie

Si utilizza quando la corrente richiesta dal circuito supera quella erogabile da un singolo generatore.

batterie collegate in parallelo

In questo modo le correnti erogabili si sommano:

itot = i1 + i2 + i3 + … +in

In un collegamento di batterie in parallelo non si ha invece alcuna variazione della tensione che rimane uguale a quella fornita da ogni singolo generatore.

Per quanto riguarda invece la resistenza interna equivalente di un collegamento di generatori in parallelo, si rimanda alla formula del calcolo della resistenza equivalente di più resistori collegati in parallelo:

resistenza equivalente di più resistori collegati in parallelo

Si ha invece l’aumento della capacità del sistema per cui la capacità totale è la somma delle singole capacità di ogni batteria.

Ad esempio se colleghiamo tre batterie da 2000 mAh in parallelo la capacità totale del sistema delle tre batterie è pari a 6000 mAh.

Si utilizza dunque il collegamento in parallelo quando si ha la necessità di allungare il tempo di funzionamento di un circuito legato alla capacità della batteria.

Link correlati:

Come avviene il collegamento in serie di batterie?

Come disporre i generatori per avere la massima durata possibile di corrente

Esercizio sul calcolo della resistenza complessiva e potenza di tre generatori collegati in parallelo

Collegamento di due o più condensatori in parallelo

Collegamento di due o più condensatori in serie

Esercizio sul calcolo della potenza complessiva erogata da tre generatori collegati in serie

Studia con noi