chimica-online.it

Titolazione di basi deboli con acidi forti

Curva di titolazione di basi deboli con acidi forti

La titolazione di basi deboli con acidi forti prevede l'utilizzo di un acido forte come titolante nei confronti di una base debole.

In modo analogo a quanto visto nella curva di titolazione di un acido debole monoprotico con una base forte, possiamo considerare quattro zone distinte:

pH iniziale (prima della titolazione)

In soluzione è presente solo la base debole a concentrazione Cb. Se la costante basica Kb è inferiore a 10-4 e Ca è superiore a 10-3M, la concentrazione degli ioni OH- può essere calcolata nel seguente modo:

pOH base debole

titolazione acido debole base forte

Titolazione di basi deboli con acidi forti

Zona tampone

L'aggiunta di un numero di moli di acido inferiore a quello della base debole, fa sì che solo parte delle moli di base debole reagiscano per formare il sale. In soluzione coesistano la base debole e il suo sale con formazione di una soluzione tampone basica per la quale vale:

titolazione

in cui:

  • Cb = molarità iniziale della base debole
  • Vb = volume in litri della base debole
  • Ca = molarità dell'acido forte
  • Va = litri di acido forte aggiunti

pH al punto di equivalenza

Al punto di equivalenza, in soluzione, è presente solo il sale proveniente dall'acido debole che dà idrolisi acida.

Per il calcolo della concentrazione idrogenionica vale la seguente relazione:

curva

in cui la concentrazione Cs del sale si può determinare applicando la seguente formula:

acido forte

curva di titolazione di una base debole con un acido forte

Curva di titolazione di una base debole con un acido forte

pH dopo il punto di equivalenza

Dopo il punto di equivalenza il pH è determinato dall'eccesso di acido forte.

Per il calcolo della concentrazione idrogenionica vale la seguente relazione:

titolazione-base-debole-acido-forte

Esercizi sulle titolazioni

Li trovi al seguente link: esercizi sulle titolazioni.

Studia con noi