chimica-online.it

Refrattario

Quando un materiale è refrattario?

Il termine refrattario è riferito ad un materiale ceramico che ha la capacità di resistere alle alte temperature (per definizione superiore a 1580 °C) rimanendo inalterati e senza produrre crepe o fratture e senza manifestare fenomeni di fusione o di deformazione.

Classificazione dei materiali refrattari

I materiali refrattari vengono generalmente classificati in ordinari e speciali.

I materiali refrattari ordinari vengono utilizzati in applicazioni comuni.

A seconda della loro composizione chimica possono essere classificati in acidi o basici. Quelli acidi sono costituiti essenzialmente da SiO2 e Al2O3; quelli basici sono invece essenzialmente costituiti da ossido di calcio (CaO), da ossido di magnesio (MgO) o da triossido di dicromo (Cr2O3).

I materiali refrattari speciali sono più costosi degli ordinari e trovano impiego in applicazioni specifiche.

Appartengono a questa categoria sia i materiali a base di grafite e carbonio amorfo che gli ossidi puri di Al, Be, Mg, Th, Zr; questi ultimi associano l'alta resistività elettrica e la bassa conduttività termica (tipiche dei composti ionici) alla elevata durezza (tipica dei materiali ceramici).

Tra i refrattari a base di carbonio un ruolo speciale e particolarmente importante lo ricopre il carburo di silicio (SiC), composto covalente di elevata durezza, contraddistinto da buona resistenza agli sbalzi termici ed elevata inerzia ai reattivi chimici.

Tra i materiali refrattari speciali ricordiamo infine anche il nitruro di boro (BN) e il nitruro di silicio (Si3N4).

Impieghi dei materiali refrattari

I materiali refrattari trovano largo impiego nella costruzione di impianti e apparecchiature soggette a elevate temperature.

Nel campo della siderurgia, dell'industria del cemento, del vetro e della ceramica, i materiali refrattari trovano impiego nella produzione di vari tipi di forni.

In ambito strettamente chimico i materiali refrattari trovano invece impiego nella produzione di reticelle spargifiamma, di crogioli e di stufe.

Studia con noi