chimica-online.it

Borati

Che cosa sono i borati?

I borati sono i sali e gli esteri degli acidi del boro.

Di seguito, in grassetto, sono riportati i sali più comuni degli acidi del boro:

Acido: H3BO3 (acido borico, noto anche come acido ortoborico)

Sale corrispondente: Na3BO3 (ortoborato di sodio o borato di sodio)

Sale corrispondente: Mg3(BO3)3 (ortoborato di magnesio o borato di magnesio)

Acido: HBO2 (acido metaborico)

Sale corrispondente: NaBO2 (metaborato di sodio)

Acido: H2B4O7 (acido tetraborico)

Sale corrispondente: Na2B4O7·10H2O (tetraborato di sodio o borace)

Tra gli acidi del boro quelli non noti allo stato libero sono stati scritti in corsivo.

Impieghi dei borati

I borati trova impiego nell'industria dei vetri al borosilicato, nell'industria delle ceramiche, dei detergenti e dei dolcificatoti di acque.

Un borato particolarmente importante: la borace

Tra tutti i borati particolarmente importante da un punto di vista industriale è il tetraborato di sodio (o borace), composto di formula chimica Na2B4O7·10H2O.

E' una sostanza naturale che si presenta in cristalli incolori, molto solubili in acqua; gli arabi lo chiamavano tincar o tinkal.

Si prepara da acido borico e carbonato di sodio secondo la reazione:

4 H3BO3 + Na2CO3 + 4 H2O → Na2B4O7·10H2O + CO2

Il borace si usa per le saldature tra metalli, infatti, per riscaldamento, perde l'acqua di cristallizzazione e fonde: il borace fuso da un lato protegge l'oggetto da saldare dall'ossidazione atmosferica e dall'altro facilita la saldatura sciogliendo lo strato di ossido che eventualmente ricopre il metallo trasformandosi in metaborato:

Na2B4O7 + CuO → Cu(BO2)2 + 2 NaBO2

Il borace si usa anche in chimica analitica per le cosiddette perle al borace, nella fabbricazione dei saponi, come mordente nella tintoria dei tessuti, nella preparazione di smalti per porcellane, come antisettico e astringente, nel settore farmaco-cosmetico e nella preparazione di vetri speciali.

Studia con noi