chimica-online.it

Transferasi

Che cosa sono gli enzimi?

Le transferasi costituiscono la seconda classe degli enzimi secondo la classificazione della Commissione Internazionale (numero EC 2). Le transferasi catalizzano il trasporto di gruppi chimici da una sostanza donatrice a una sostanza accettrice; il trasferimento può essere schematizzato come segue:

A-B + C → A + B-C

Tale trasferimento viene operato in due tempi, mediante il diretto intervento dell'enzima, per cui la reazione va scritta più esattamente:

A-B + enzima → A + B-enzima

C + B-enzima → B-C + enzima

Questo meccanismo, che implica la formazione di un composto fra l'enzima e il gruppo che viene trasferito, è stato dimostrato mediante l'identificazione di composti intermedi.

Usando composti marcati, si è riusciti inoltre a dimostra, in alcuni casi, l'esatta posizione della rottura in due pezzi (A e B) della molecola del substrato. Ad esempio, quando A e B sono uniti mediante un legame di ossigeno (per cui si potrebbe scrivere piú esattamente A-O-B), l'enzima può rompere il legame tra A e O (e trasferire il gruppo O-B), oppure tra O e B (e trasferire il gruppo B).

Il meccanismo d'azione delle transferasi è, per alcuni lati, simile a quello delle idrolasi, in quanto l'idrolisi può essere considerata come un trasferimento di una parte della molecola dal substrato al gruppo idrossilico dell'acqua.

Sotto questo punto di vista le transferasi si differenziano dalle idrolasi in quanto l'accettore del gruppo trasferito non è mai un radicale derivante da H2O.

Sottoclassi delle transferasi

Secondo la moderna classificazione adottata dalla Commissione Internazionale sopracitata, le transferasi si suddividono in nove sottoclassi, secondo il gruppo chimico di cui operano il trasferimento:

EC 2.1: appartengono a questa categoria gli enzimi che operano il trasferimento di unità monocarboniose (metiltransferasi);

EC 2.2: appartengono a questa categoria gli enzimi che operano il trasferimento di aldeidi e chetoni. Comprendono transchetolasi e transaldolasi;

EC 2.3: appartengono a questa categoria gli enzimi che operano il trasferimento di gruppi acili. Comprendono acil- e amminoaciltranfersi;

EC 2.4: appartengono a questa categoria gli enzimi che operano il trasferimento di glicosidi. Comprendono glicosiltransferasi e cellodextrina fosforilasi;

EC 2.5: appartengono a questa categoria gli enzimi che operano il trasferimento di gruppi funzionali contenenti carbonio che non siano metili;

EC 2.6: appartengono a questa categoria gli enzimi che operano il trasferimento di gruppi amminici. Comprendono le transaminasi;

EC 2.7: appartengono a questa categoria gli enzimi che operano il trasferimento di gruppi contenenti fosforo. Comprendono le fosfotransferasi, le polimerasi e le chinasi;

EC 2.8: appartengono a questa categoria gli enzimi che operano il trasferimento di gruppi contenenti atomi di zolfo. Comprendono le sulfotransferasi;

EC 2.9: sono inclusi gli enzimi che operano il trasferimento di gruppi contenenti atomi di selenio.

 

 

 

 

 

 

 

Link correlati:

Che cosa è un isoenzima?

Cosa sono le mutazioni geniche?

Che cosa sono gli enzimi isomerasi?

Studia con noi