chimica-online.it

Isoenzima

Che cosa è un isoenzima?

Vuoi sapere che cos'è un isoenzima?

Vuoi conoscere le caratteristiche di un isoenzima?

Se si continua con la lettura dell'articolo. In questa pagina del sito vedremo infatti che cos'è un isoenzima e quali caratteristiche ha.

Un isoenzima (noto anche come isoforma, isozima o enzima ibrido) è un enzima dotato della stessa attività catalitica di altri enzimi anche se da questi ultimi si differenzia per struttura e provenienza genetica.

Gli isoenzimi sono pertanto biocatalizzatori più o meno simili che catalizzano una stessa reazione.

La loro esistenza è legata alla struttura quaternaria delle proteine.

L'esempio più noto (e più sfruttato in chimica clinica per scopi diagnostici) è la latticodeidrogenasi (LDH).

Esistono cinque isoenzimi della LDH (separabili, per esempio, per elettroforesi), differenti per composizione amminoacidica e per proprietà fisiche, immunologiche e catalitiche.

Il trattamento con soluzioni concentrate di cloruro di guanidinio, in presenza di mercaptoetanolo, scinde la LDH in quattro subunità di due tipi diversi.

Contrassegnando i due tipi con H e con M e combinandoli opportunamente in mo-do da ottenere un tetramero, si ottengono cinque distinte LDH:

  • HHHH;
  • HHHM;
  • HHMM;
  • HMMM;
  • MMMM.

Non è ancora accertato che tutti gli isoenzimi siano strutturati in maniera analoga alla latticodeidrogenasi.

Gli enzimi di cui è conosciuta l'esistenza di isoenzimi sono numerosi: si ricordano fra gli altri la fosfatasi alcalina e la creatinchinasi.

Ti lasciamo infine con alcuni link che ti potrebbero interessare:

Cosa sono i cianobatteri?

Cosa studia la batteriologia?

Quali sono le funzioni e la struttura dei batteri?

Che cosa è la bufotossina?

Che cosa sono gli enzimi isomerasi?

Che cos'è la chemiosintesi batterica

Studia con noi