chimica-online.it

Auxine

Che cosa sono le auxine?

Le auxine sono composti organici che favoriscono la crescita in senso longitudinale della pianta.

Possono influenzare, e in generale lo fanno, altre funzioni vegetali, ma l'effetto sulla crescita è caratteristico e serve proprio a identificare come auxina un composto organico.

Il primo ad ipotizzare l'esistenza delle auxine fu Darwin: le sue osservazioni constatarono la modificazione - da parte della luce - della direzione di crescita di un germoglio di graminacea; con un'illuminazione laterale il germoglio intatto di graminacea si volgeva verso la luce, ma se l'apice del germoglio veniva tagliato e rimosso tale fenomeno non si verificava più.

In base a tali osservazioni Darwin ipotizzò che nell'apice del germoglio viene prodotto un segnale di crescita che, viaggiando lungo il germoglio stesso, provoca l'allungamento differenziato delle cellule della pianta.

Questo fatto è stato una delle prove in favore dell'idea che l'acido 3-indolacetico fosse un ormone di crescita per molte piante superiori.

Alcune dimostrazioni che dalle piante si possono estrarre sostanze che favoriscono la crescita della pianta stessa costituirono agli inizi del XX secolo la base delle ricerche sulla caratterizzazione chimica delle auxine.

Tuttavia, a causa delle minime quantità presenti nei tessuti vegetali, la loro identificazione chimica è stata piuttosto complicata.

Fu solo nel 1946 che si poté dimostrare la presenza nelle piante superiori dell'acido 3-indolacetico (o acido indol-3-acetico, IAA), oggi considerato l'auxina più importante e diffusa; l'acido 3-indolacetico è stato isolato dai frutti, dai semi, dal polline, dagli apici radicali, dalle foglie giovani e dalle gemme delle piante.

Fino ad oggi sono stati identificati numerosi composti classificati come auxine, comprendenti l'acido 3-indolacetico, l'acido 4-cloiroindol-3-acetico e l'acido fenilacetico.

Oltre alle auxine naturali sono state sintetizzate diverse auxine sintetiche (o eteroauxine).

In generale ogni auxina, naturale o artificiale, è caratterizzata da una struttura ad anello insaturo, una catena laterale acida e un certo rapporto spaziale tra loro.

acido 3-indolacetico

Acido 3-indolacetico.

Azione delle auxine

L'azione delle auxine comporta alcuni cambiamenti fisici fondamentali e alcune reazioni chimiche a livello cellulare e subcellulare: alcuni di questi cambiamenti riguardano la plasticità e l'elasticità della parete cellulare, le correnti protoplasmiche, l'accresciuta attività respiratoria e l'alterazione delle modalità di sintesi di certe macromolecole all'interno della cellula, in particolare degli acidi ribonucleici e delle proteine.

Le auxine svolgono inoltre una funzione importante nel controllo del differenziamento dei tessuti e nella crescita e sviluppo della pianta: esempi degli effetti delle auxine sul differenziamento degli organi e dei tessuti vegetali sono rappresentati dalla stimolazione che operano sulla formazione delle radici e sullo sviluppo degli xilemi.

Ti lasciamo infine alcuni link che ti potrebbero interessare:

Che cosa sono i cromatofori?

Studia con noi