chimica-online.it

Gemme (botanica)

In botanica che cosa son le gemme?

In botanica la gemma è la parte apicale del germoglio; si trova in corrispondenza di tutti gli apici caulinari e, oltre all'apice vegetativo dell'organo caulinare di cui è parte, comprende gli abbozzi delle due appendici laterali, vale a dire le foglie e i rami.

Le gemme sono spesso rivestite da un particolare tipo di fillomi, cioè da foglie metamorfosate chiamate perule, evidenti soprattutto nelle gemme ibernanti e aventi funzioni protettive.

In base alla posizione delle gemme, agli organi che si sviluppano, alla mancanza o presenza delle perule, si distinguono vari tipi di gemme.

Posizione delle gemme

Le gemme situate all'apice del fusto e dei rami sono dette terminali; quelle situate lateralmente sono dette, appunto, laterali; queste ultime, ovviamente, sono destinate a divenire apicali rispetto al ramo che esse stesse sviluppano.

Tipicamente, le gemme laterali sono ascellari, cioè nascono all'ascella di una foglia chiamata foglia ascellante.

Tale reciproca posizione tra gemma e foglia può successivamente modificarsi quando, durante l'allungamento dell'internodio, la gemma viene distanziata dalla foglia ascellante.

Altre volte è la foglia ascellante che viene quasi trascinata dallo sviluppo del ramo, cosicché, anziché alla sua base, finisce con il trovarsi sul ramo stesso.

Oltre a queste che sono le gemme normali, si hanno anche le gemme laterali avventizie, non situate all'ascella di foglie e nascenti non da una gemma apicale ma in un qualsiasi punto della pianta, sulle radici, sui fusti, sui piccioli, sulle nervature fogliari, ai margini delle foglie, sui fiori, ecc.

Tipi di gemme

Le gemme che sviluppano solo fiori sono dette gemme a fiore (o a frutto); qualora invece dalla gemma prendano origine solo foglie e rami, si parla di gemme a foglie o a legno. Gemme miste sono quelle che contengono primordi sia di fiori sia di foglie.

Protezione delle gemme

Nelle piante erbacee, come anche in alcune piante legnose, le gemme sono protette semplicemente dalle foglie più piccole. In questo caso si parla di gemme nude.

Nella maggior parte delle piante legnose, peraltro, le gemme sono ricoperte da brattee embriciate, le più esterne delle quali sono le perule. Questo complesso di foglie e di brattee ha la funzione di proteggere i tessuti meristematici della gemma contro la penetrazione dell'acqua, le lesioni, gli sbalzi termici, ecc.

Cicatrici

Sui rami si vedono facilmente le cicatrici lasciate dalla caduta delle foglie, cicatrici che sono più piccole e più appressate nel punto di separazione tra la porzione di ramo dell'ultimo anno e quella dell'anno precedente: si tratta delle cicatrici delle perule della gemma che, prima dello sviluppo della nuova cacciata, si trovava in posizione terminale.

Esse sono molto ravvicinate perché gli internodi tra le perule non si allungano, cosicché i nodi su cui sono inserite le perule rimangono ravvicinatissimi.

Il numero di questi anelli di cicatrici delle perule e la distanza esistente tra anello e anello consentono di calcolare l'età di un ramo e di riconoscere l'allungamento annuale di tale ramo nelle annate successive.

Ti lasciamo infine alcuni link che ti potrebbero interessare:

Che cosa sono i muschi?

Che cosa sono e come si formano i licheni?

Che cos'è il tallo?

  • foglia

Come è fatta una foglia?

Che cos'è il Plancton?

Studia con noi