chimica-online.it

Apparato genitale femminile

Che cos'è l'apparato genitale femminile?

L'apparato genitale femminile è l'insieme di organi e condotti che, nella donna, permette la maturazione dei gameti, il loro incontro con quelli maschili e lo sviluppo dell'embrione fecondato.

Rispetto all'apparato genitale maschile, quello femminile è più elaborato perché svolge un ruolo molto più complesso.

Da che cosa è composto l'apparato genitale femminile?

L'apparato genitale femminile è composto da Ovaie, Tube di Falloppio e Utero, posti internamente alla pelvi, e la vulva, che raggruppa tutte le strutture esterna di questo apparato.

Apparato genitale femminile

Apparato genitale femminile.

La conformazione delle strutture dell'apparato genitale femminile non è sempre costante, poiché alcune di esse vanno incontro a delle modificazioni cicliche che coincidono con le modificazioni ormonali a cui va incontro l'organismo durante il ciclo mestruale, la cui durata è di circa 28 giorni.

Ovaie

Le ovaie sono gli organi deputati alla gametogenesi nella donna, costituendo pertanto l'analogo dei testicoli maschili. Si trovano all'interno di due cavità addominali, in zone dette fosse ovariche, connesse alla parete esterna dell'utero mediante dei legamenti detti legamenti ovarici.

Istologicamente le ovaie sono caratterizzate da quattro strati sovrapposti: la porzione più esterna è costituita da epitelio germinativo, formato da cellule caratteristiche; internamente ad esso si ritrova un tonaca di connettivo fibroso detta tonaca albuginea seguita da uno strato di corteccia ovarica che ospita i follicoli, da cui fuoriescono i gameti maturi. Secondo alcuni autori, queste due tonache non andrebbero distinte ma trattate come un unica struttura.

Infine, la parte più interna dell'ovaio contiene le strutture di supporto quali i vasi e i nervi e prende il nome di Medulla ovarica.

Le ovaie sono delle ghiandole endocrine e secernono ormoni sessuali coinvolti nella definizione del ciclo mestruale, nelle modificazioni che avvengono durante la gravidanza e l'allattamento e la comparsa dei caratteri sessuali femminili secondari durante la pubertà.

Pur essendo la controparte dei testicoli, è rimarchevole il fatto che esse, diversamente a quelli, siano poste in posizione interna al corpo. Questa differenza si determina a causa del fatto che la maturazione delle cellule uovo richiede la stessa temperatura che è presente all'interno del corpo, mentre per i gameti maschili sono richieste temperature inferiori.

Tube di Falloppio

Le tube di Falloppio sono condotti che si dipartono dalle ovaie e conducono all'utero, attraverso cui passa l'ovulo e lungo la cui parete è presente un rivestimento di epitelio ciliato, proprio per favorire questo transito. Il compito delle tube è in realtà molto più delicato di quello di un semplice condotto di passaggio, perché hanno un compito fondamentale anche nella fecondazione.

Le tube di Falloppio possono essere suddivise in quattro sezioni: infundibolo, ampolla, istmo e parte interstiziale: la prima ha la forma di un imbuto e raccoglie l'ovulo rilasciato dal follicolo. Nella seconda sezione, che presenta una sviluppata componente muscolare, avviene l'eventuale incontro con gli spermatozoi.

La tonaca muscolare infatti consente, attraverso le sue contrazioni, di regolare il passaggio dei gameti maschili e femminili al fine di favorirne l'incontro.

La parte interstiziale, che segue l'istmo (dritto e di piccole dimensioni) si insinua nell'utero e consente l'impianto dell'embrione o la continuazione del passaggio dell'ovulo non fecondato il quale, in questo caso, fuoriuscirà attraverso il condotto della vagina.

Utero

Apparato genitale femminile - l' utero.

L'utero è un organo cavo destinato ad accogliere l'embrione in caso di fecondazione e a dargli supporto e nutrimento.

La forma dell'utero ricorda vagamente una pera rovesciata ed è possibile dividerlo in tre parti: un fondo, situato posteriormente nella pelvi, un collo, in collegamento diretto con la vagina e un corpo, ovvero la parte più slargata posta dietro al collo.

L'utero presenta una parete composta da due strati, un endometrio interno ed un miometrio esterno. L'endometrio contiene vasi e tessuto connettivo e ha il compito di fare da supporto all'embrione in caso di gravidanza. Lo spessore di questa componente della parete uterina aumenta in vista dell'ovulazione, sotto l'effetto delle variazioni cicliche degli ormoni coinvolti nel ciclo mestruale.

In caso di fecondazione mantiene le strutture prodotte ed accoglie l'annidamento dell'embrione, in caso contrario la parete si sfalda e ritorna alle dimensioni originarie.

Vagina e vulva

La vulva è l'insieme delle strutture esterne dell'apparato genitale femminile. Il termine è spesso  usato come sinonimo di vagina ma in realtà questa attribuzione rappresenta una errore, poiché propriamente la vagina è solo il canale che collega la vulva all'utero.

Le strutture che compongono la vulva si estendono inferiormente dall'arco pubico e possono essere separate in strutture non erettili ed erettili. Le strutture non erettili includono il monte di Venere, le grandi labbra e il vestibolo della vagina. Le parti erettili includono piccole labbra e clitoride.

Il monte di Venere è un'area triangolare capovolta di tessuto adiposo ricoperta di pelle posta al di sopra della parte anteriore dell'osso pubico.

Le grandi labbra sono pieghe laterali cutanee appaiate e prominenti, ricche di tessuto adiposo, che si estendono inferiormente dal monte di Venere e si fondono con la pelle vicina per formare una cresta sovrastante il corpo perineale. La parte esterna delle grandi labbra è ricca di corpuscoli ghiandolari  di tipo sebaceo e sudoriparo.

Le piccole labbra sono pieghe della pelle pigmentate, prive di peli e di grasso, ma ricche di terminazioni nervose e recettori sensoriali. Si trovano medialmente alle grandi labbra immediatamente adiacenti al vestibolo vaginale, il quale contiene l'orifizio vaginale, il meato uretrale esterno, i bulbi del clitoride, le aperture delle ghiandole vestibolari.

Vulva

Apparato genitale femminile - vulva.

La clitoride, infine, è una strutture erettile che non partecipa funzionalmente alla riproduzione e rappresenta l'analogo del pene maschile, con cui condivide molte caratteristiche e rapporti anatomici. Circonda la parte terminale dell'uretra ed è ricchissima di terminazioni nervose e strutture sensoriali.

Link correlati:

Struttura dell'apparato circolatorio sanguigno

Che cos'è l'apparato digerente?

Che cosa sono le cellule di Leyding?

Struttura dell'apparato respiratorio

Che cos'è l'apparato tegumentario?

Studia con noi