chimica-online.it

Nomenclatura Alchini

Regole IUPAC per la nomenclatura degli Alchini

Le regole per la nomenclatura IUPAC degli alchini derivano dalle regole viste per la nomenclatura degli alcani. A queste vanno fatte però delle integrazioni:

1) la desinenza -ano dell'alcano viene sostiuita dalla desinenza -ino dell'alchino. Se ci sono due tripli legami, il suffisso diventa -diino;

2) la catena più lunga deve contenere il triplo legame e la sua numerazione deve iniziare dall'estremità più vicina al triplo legame;

3) la posizione del triplo legame viene indicata dal numero dell'atomo di carbonio del triplo legame più piccolo;

4) quando la catena contiene anche un doppio legame, si inizia la numerazione della catena dall'estremità più vicina al doppio legame.

L'etino (C2H2, nome comune: acetilene) è il più semplice alchino con struttura:

alchini

Il successivo è il propino (C3H4):

alchini

Esistono due butini isomeri:

butino

e tre per i pentini:

nomenclatura alchini

A causa della geometria linere del triplo legame gli alchini non danno isomeria cis-trans.

Alcuni esempi:

esempi nomenclatura alchini

In quest'ultimo caso la numerazione invertita avrebbe sempre assegnato al doppio legame la posizione tre, ma avrebbe assegnato il numero cinque al gruppo metilico, in contrasto con la regola generale che vuole assegnati i numeri più piccoli possibili.

Esercizi sulla nomenclatura di alchini

Li atrovi al seguente link: esercizi sugli alchini.

Studia con noi