chimica-online.it

Reazioni redox o di ossido-riduzione

Come si bilanciano le reazioni di ossido-riduzione

Le reazioni di ossidoriduzione sono quelle reazioni in cui si ha untrasferimento di elettroni tra due specie chimiche; una specie subisce una reazione di ossidazione, l'altra subisce una reazione di riduzione.

Reazione di ossidazione

La reazione di ossidazione è una reazione in cui una specie chimica, atomo o ione perde elettroni. Il suo numero di ossidazione aumenta.

Fe → Fe2+ + 2 e-

NB e- è il simbolo dell'elettrone che ha carica negativa.

Reazione di riduzione

La reazione di riduzione è una reazione in cui una specie chimica, atomo o ione acquista elettroni. Il suo numero di ossidazione diminuisce.

2H+ + 2 e- → H2

E' chiaro che se in una reazione chimica un elemento si ossida perdendo elettroni, dovrà esistere un altro elemento che, acquistando gli elettroni, si riduce.

Pertando le reazioni di ossidazione e di riduzione devono avvenire contemporaneamente.

Si parla quindi di reazioni di ossidoriduzione o di reazioni redox.

Si definisce inoltre ossidante la specie chimica che si riduce e che quindi determina l'ossidazione di un'altra specie.

Si definisce riducente la specie chimica che si ossida e che quindi determina la riduzione di un'altra specie.

Come si riconoscono le reazioni di ossidoriduzione

Un modo semplice per riconoscere le reazioni redox è quello di osservare se vi è variazione del numero di ossidazione di due differenti elementi.

Infatti, se vi è variazione del numero di ossidazione, la reazione è di ossidoriduzione.

1° esempio:

Consideriamo la reazione tra ioduro di potassio e bromo:

2 KI + Br2 → 2 KBr + I2

Seguendo le regole per attribuire i numeri di ossidazione, si ha che:

lo iodio I in KI ha numero di ossidazione -1, mentre in I2 ha numero di ossidazione 0.

-1 → 0

Il numero di ossidazione di I passa da -1 a 0, il suo numero di ossidazione aumenta. KI quindi si ossida ed è una sostanza riducente.

Il bromo in Br2 ha numero di ossidazione 0, mentre in KBr ha numero di ossidazione -1.

0 → -1

Il numero di ossidazione di Br passa da 0 a -1, il suo numero di ossidazione diminuisce. Br2 quindi si riduce ed è una sostanza ossidante.

In questa reazione vi è variazione del numero di ossidazione di due differenti elementi, si tratta quindi di una reazione redox.

2° esempio:

Consideriamo la seguente reazione chimica:

2 HNO3 + 3 H2S → 2 NO + 3 S + 4 H2O

Seguendo le regole per attribuire i numeri di ossidazione, si ha che:

L'azoto in HNO3 ha numero di ossidazione +5, mentre in NO ha numero di ossidazione +2.

+5 → +2

Il numero di ossidazione di N passa da +5 a +2, il suo numero di ossidazione diminuisce. HNO3 quindi si riduce ed è una sostanza ossidante.

Lo zolfo in H2S ha numero di ossidazione -2, mentre a destra ta i prodotti ha numero di ossidazione 0.

-2 → 0

Il numero di ossidazione di S passa da -2 a 0, il suo numero di ossidazione aumenta. H2S quindi si ossida ed è una sostanza riducente.

In questa reazione vi è variazione del numero di ossidazione di due differenti elementi, si tratta quindi di una reazione redox.

Esercizi sulle ossido-riduzioni

Se sei interessato allo svolgimento di esercizi sulle redox vai al seguente link: esercizi sulle ossidoriduzioni.

Quiz sulle reazioni di ossido-riduzione

Li trovi qui: quiz sulle reazioni redox.

Esercizi sul numero di ossidazione

Li trovi qui: esercizi sul numero di ossidazione.

Studia con noi