chimica-online.it

Numeri di ossidazione del cloro

Quali sono i numeri di ossidazione del cloro?

Il numero di ossidazione è uno dei concetti fondamentali della chimica generale.

A seconda del composto preso in considerazione, il numero di ossidazione viene determinato in modo diverso.

Nei composti ionici il N.O. (numero di ossidazione) corrisponde alla carica elettrica dello ione cioè al numero di elettroni persi o guadagnati dall'elemento.

Nei composti covalenti, invece, il numero di ossidazione corrisponde alla carica elettrica che un elemento assumerebbe se gli elettroni di legame fossero attribuiti all'atomo più elettronegativo.

Fatta questa breve introduzione vediamo quali sono i numeri di ossidazione del cloro.

Quali sono i numeri di ossidazione del cloro?

I numeri di ossidazione del cloro sono facilmente ricavabili consultando qualsiasi tavola periodica.

Abbiamo fatto questo lavoro per voi e vi possiamo dire pertanto che i numeri di ossidazione del cloro sono i seguenti: ±1, 3, 5, 7.

Il simbolo ±, come in ±1, significa che il cloro può assumere sia il numero di ossidazione +1 che il numero di ossidazione -1.

Pertanto, in totale, i numeri di ossidazione che il cloro può assumere sono 5, ovvero: +1, +3 , +5 , +7, -1.

Tenendo conto della definizione di numero di ossidazione è facile comprendere che il cloro assumerà numero di ossidazione positivo quando sarà legato ad atomi con elettronegatività superiore alla sua (come ad esempio in Cl2O, in cui il cloro assume numero di ossidazione +1), mentre assumerà numero di ossidazione negativo (ovvero - 1) quando sarà legato ad atomi con elettronegatività inferiore alla sua (come ad esempio in HCl).

Chiaramente, come per tutti gli altri elementi della tavola periodica, il cloro può assumere anche numero di ossidazione 0 (zero): ciò succede quando è legato a se stesso (come accade in Cl2).

Ti potrebbe interessare

Studia con noi