chimica-online.it

Laminatoio

Che cos'è un laminatoio?

Il laminatoio è una macchina a cilindri rotanti in cui si sfruttano le caratteristiche di plasticità naturali od ottenute riscaldando il materiale per ricavarne fogli, nastri, barre, tubi, ecc.

I laminatoi vengono usati nelle lavorazioni di diversi tipi di materiali quali le materie plastiche artificiali, la gomma, ma soprattutto nella lavorazione dei metalli.

Principio di funzionamento di un laminatoio

Lo schema più semplice di laminatoio usa come utensili due cilindri con gli assi paralleli e rotanti in senso contrario l'uno all'altro, i quali, afferrato il massello tra le loro superfici esterne, non a contatto tra loro, lo costringono a passare per l'apertura da essi limitata allungandolo longitudinalmente e appiattendolo.

laminazione

Processo di laminazione.

In un laminatoio sono sempre presenti le vie a rulli che permettono il trasporto del materiale, gli elevatori e le cesoie e, nel caso dello sbozzatore, dalle guardie o pattini laterali che servono a guidare il massello all'apertura di laminazione. Nelle vicinanze dei laminatoi a caldo sono posti i forni per riscaldare il materiale da lavorare.

Come rappresentato nella figura seguente i laminatoi possono essere di diversi tipi e con varie disposizioni dei cilindri:

Disposizioni tipiche principali dei cilindri di un laminatoio. In a) disposizione a duo (due cilindri sovrapposti); in b) disposizione a trio con tre cilindri sovrapposti; in c) disposizione a doppio duo cioè con due gruppi di cilindri a due a due sovrapposti; in d) disposizione a quarto. Le frecce dirette verso sinistra indicano i percorsi di ritorno del laminato per i successivi passaggi di laminazione (frecce dirette verso destra) fra i cilindri del laminatoio. Le disposizioni a duo e a quarto sono solitamente reversibili.

Sistemi di laminazione

Si possono avere due sistemi di laminazione: sistemi di laminazione a caldo e sistemi di laminazione a freddo.

La laminazione avviene a caldo quando la temperatura del materiale in lavorazione è tale da poter sfruttare a fondo le proprietà plastiche dello stesso (per gli acciai al carbonio essa è circa di 1100-1300 °C).

I cilindri e il massello sono continuamente irrorati con acqua per mantenere la temperatura dei cilindri entro limiti accettabili.

La laminazione avviene invece a freddo quando il materiale è lavorato a temperatura ambiente senza bisogno di riscaldamento, mentre i cilindri e il laminato sono costantemente lubrificati.

In alcuni casi particolari (per esempio acciai inossidabili austenitici) si può procedere a laminazioni a temperature sotto lo zero per conferire ai materiali particolari caratteristiche.

Ti lasciamo infine alcuni link che ti potrebbero interessare:

Che cos'è un albero a gomito?

Come funziona un'alesatrice?

Produzione della ghisa nell'altoforno

Studia con noi