chimica-online.it

Appassimento

Che cosa è l'appassimento?

Vuoi sapere in biologia che cosa è l'appassimento?

Vuoi sapere quando si ha l'appassimento?

Se si continua con la lettura dell'articolo. In questa pagina del sito vedremo infatti che cos'è l'appassimento di una pianta e quando lo si ha.

In biologia, e più in particolare in botanica, con il termine di appassimento si indica il diminuito turgore cellulare di una pianta in seguito alla perdita d’acqua per traspirazione.

Spesso infatti si riscontrano variazioni giornaliere del contenuto in acqua delle piante, più notevoli in certi organi che in altri. Il comune fenomeno dell'appassimento, evidente nelle foglie e talvolta in altri organi delle piante, specialmente in quelle erbacee, è la manifestazione visibile di tale fatto.

Frequentemente, in un clima caldo e sereno, le foglie di molte piante appassiscono durante il pomeriggio, per riacquistare il proprio turgore solo nelle ore notturne, anche se non viene loro fornita acqua da piogge o irrigazioni.

Questo è un esempio di appassimento temporaneo o transitorio, causato evidentemente da una velocità di traspirazione superiore alla velocità di assorbimento dell'acqua durante le ore diurne.

Di frequente, anche in giorni in cui l'appassimento non è molto appariscente, si verifica un appassimento incipiente. L'appassimento incipiente corrisponde soltanto a una perdita parziale di turgore da parte delle cellule fogliari.

Sia l'appassimento incipiente sia quello temporaneo devono essere ben distinti dall'appassimento permanente. Questo stadio di appassimento viene raggiunto solo quando vi è una reale deficienza d'acqua nel terreno.

Una pianta non si riprende dall'appassimento permanente se il contenuto acquoso del terreno nel quale essa affonda le proprie radici non aumenta.

In un terreno che stia gradualmente prosciugandosi, l'appassimento temporaneo lentamente diventa permanente.

Ogni notte la pianta impiega più tempo che durante la notte precedente per riaversi dall'appassimento temporaneo, con risultati via via meno completi, finché da ultimo ogni manifestazione di recupero scompare.

Benché gli stomi siano generalmente chiusi durante l'appassimento permanente, la traspirazione cuticolare continua.

Le piante in stato di appassimento permanente continuano ad assorbire acqua, ma con lentezza, e non possono recuperare il turgore poiché la velocità di traspirazione, anche di una pianta appassita, supera quella di assorbimento dell'acqua da un terreno il cui contenuto acquoso sia equivalente o inferiore alla percentuale di appassimento permanente.

Durante l'appassimento permanente, quindi, si verifica una lenta ma continua diminuzione del volume complessivo d'acqua nella pianta.

Ti lasciamo infine alcuni link che ti potrebbero interessare:

Che cosa sono i cromatofori?

Che cosa sono i virus?

Che cos'è la pressione di turgore?

Studia con noi