chimica-online.it

Regime di un fiume

Che cos'è il regime di un fiume?

Nessun corso d'acqua presenta condizioni di deflusso costanti; di regola la portata del fiume varia giornalmente, da stagione a stagione, da anno ad anno.

La variazione della portata di un fiume nel nel corso dell'anno è detto regime del fiume.

Il regime di un fiume dipende da fari fattori: dal clima delle regioni in cui si forma e scorre il fiume, dalla estensione del bacino imbrifero che lo alimenta, dalla direzione del suo corso, dalla vegetazione, dalla natura geologica del terreno, dalla topografia e dalle condizioni della superficie di tutto il bacino idrografico.

Anche la natura del suolo e il tipo di vegetazione influenzano il regime dei fiumi; grandi estensioni di boschi rallentano sensibilmente il deflusso delle acque di precipitazione, come pure i terreni sabbiosi o porosi che facilitano l'assorbimento delle piogge.

Nelle regioni aride il corso d'acqua può avere l'alveo asciutto per la maggior parte dell'anno; solo saltuariamente, dopo un temporale di una certa intensità e durata, che interessa tutto o parte del bacino imbrifero, le sue acque possono raggiungere in pochi minuti un livello d'inondazione: questo è il caso delle cosiddette fiumare, che scendono dai ripidi versanti dell'Appennino calabrese.

In regioni a clima più umido i corsi d'acqua di una certa importanza rimangono privi d'acqua solo in periodi di grande siccità o durante annate caratterizzate da scarse precipitazioni.

In tutte le altre regioni i fiumi presentano periodi di magra e periodi di piena e a determinare i periodi e l'ampiezza di queste due fasi, che definiscono il regime del fiume, concorrono le sorgenti perenni, le acque di dilavamento del bacino idrografico e, nelle regioni con alti rilievi, lo sciogliersi stagionale delle nevi e dei ghiacci.

Da cosa dipende il regime del Po?

Il regime del Po viene determinato dalla grande pendenza della parte iniziale del suo corso (che è in media del 4,3%), dalla ricchezza delle acque degli affluenti nel suo corso medio e dalla forte differenza di portata delle sue acque in periodo di piena e durante le magre.

Ti lasciamo infine alcuni link che ti potrebbero interessare:

Qual è la differenza tra fiume e torrente?

Qual è la definizione di torrente?

Qual è la definizione di fiume?

Studia con noi