chimica-online.it

Intonaco

Che cos'è l'intonaco?

L'intonaco è un impasto plastico di sabbia, legante e acqua, che indurisce gradualmente dando luogo a una massa abbastanza consistente; viene impiegato per rivestire internamente o esternamente i muri delle costruzioni sulle quali viene disposto a umido.

A seconda dei leganti impiegati e a seconda dell'aspetto superficiale, si possono avere vari tipi di intonaci.

I leganti più utilizzati sono:

  • fango argilloso;
  • scagliola;
  • materiale gessoso;
  • malte aeree, idrauliche o cementizie.

In base all'aspetto superficiale gli intonaci possono essere classificati in:

  • intonaci lisciati;
  • intonaci fratazzati (regolarizzati mediante una tavoletta di legno);
  • intonaci lamati (regolarizzati mediante una lama di metallo);
  • intonaci spruzzati;
  • intonaci ruvidi.

Gli intonaci possono essere inoltre classificati i intonaci da interni e intonaci da esterni.

Intonaco da interni

Gli intonaci da interni sono formati da due strati denominati rispettivamente intonaco rustico (o strato di rinzaffo) e intonaco a civile.

Il primo di essi ha lo spessore di 10 mm ed è formato da una miscela di sabbia fine e calce idraulica (o miscela di sabbia fine, calce idrata e cemento).

Il secondo ha lo spessore di 5 mm ed è formato da una miscela di grassello e sabbia finissima; è talvolta sostituito da uno strato, di pochi mm di spessore, costituito da gesso oppure da una miscela di gesso, grassello e sabbia molto fine.

Intonaco da esterni

Nell'intonaco da esterni non viene impiegato il gesso in quanto solubile nell'acqua; il secondo strato, inoltre, contiene come legante anche cemento.

Intonaco da isolamento termoacustico

Mescolano alla malta vermiculite o perlite si ottengono intonaci che svolgono una importante azione di isolamento termoacustico.

Ti lasciamo infine alcuni link che ti potrebbero interessare:

Che cos'è il cemento armato?

Che cosa sono e da cosa sono composti i bitumi?

Studia con noi