chimica-online.it

Diafonia

Che cos'è la diafonia?

Vuoi sapere che cos'è la diafonia?

Vuoi sapere quando si ha diafonia?

Se si continua pure con la lettura dell'articolo. In questa pagina del sito vedremo infatti che cos'è la diafonia e quando la si ha.

Tra le diverse forme di interferenza, che si possono produrre nei circuiti per comunicazioni elettriche, assume particolare importanza quella dovuta al trasferimento di segnali da un circuito agli altri vicini, denominata diafonia.

Essa fu individuata dapprima nei circuiti telefonici, poi il nome venne esteso allo stesso tipo di interferenza in qualsiasi circuito.

La diafonia è dovuta solitamente ad accoppiamenti induttivi tra i circuiti, ma può trarre origine anche da altre cause.

Naturalmente la diafonia, come tutte le interferenze, è dannosa specialmente perché determina un deterioramento del servizio dipendente dalle caratteristiche di selettività, dagli apparati riceventi, dalla frequenza con cui si produce, dalla durata degli intervalli in cui si riscontrano elevati rapporti tra il disturbo di diafonia e il segnale.

La diafonia diventa intollerabile quando determini la perdita della necessaria segretezza delle comunicazioni.

Diafonia vicina e diafonia lontana

Nella figura seguente sono rappresentati due circuiti disposti parallelamente tra i terminali E1-W1 ed E2-W2.

diafonia

Effetto della diafonia in una sezione di limitata lunghezza di due circuiti paralleli. Il conduttore più prossimo al circuito disturbante diviene sede di tensioni dovute alla diafonia di valore maggiore di quelle indotte nel conduttore più lontano; la tensione risultante si manifesta in maniera diversa sui due terminali E2 e W2.

I segnali inviati da E1 possono produrre diafonia nel circuito E2-W2; quella prodotta in E2 si chiama diafonia vicina o paradiafonia, mentre quella prodotta in W2 si chiama diafonia lontana o telediafonia.

Misura della diafonia

La misura della diafonia si effettua mediante un apparecchio, il diafonometro, con il quale si utilizza una sorgente di perturbazione artificiale (generatore elettrico di corrente alternata con frequenza acustica di 800 Hz) e uno strumento rivelatore.

Il generatore alimenta dapprima la linea perturbatrice, mentre la linea perturbata è collegata allo strumento e successivamente si commuta l'alimentazione su una linea artificiale di attenuazione regolabile mentre si commuta lo strumento sull'uscita della linea artificiale stessa.

Regolando il valore dell'attenuazione fino a ottenere l'uguaglianza delle indicazioni dello strumento per i due collegamenti si ottiene sulla linea artificiale il valore cercato.

Ti lasciamo infine alcuni link che ti potrebbero interessare:

Che cos'è un conduttore elettrico?

Che cos'è la densità di corrente elettrica?

Studia con noi