chimica-online.it

Coefficiente stechiometrico

Che cosa è il coefficiente stechiometrico?

I coefficiente stechiometrici sono numero interi (1, 2, 3, ecc.) che devono essere scritti davanti ai simboli chimici degli elementi o alle formule dei composti per bilanciare una equazione chimica.

Per l'equazione chimica non bilanciata:

Fe + HCl → FeCl3 + H2

i coefficienti stechiometrici sono rappresentati di seguito in grassetto:

2 Fe + 6 HCl → 2 FeCl3 + 3 H2

E' importante notare che il coefficiente stechiometrico moltiplica gli indici (cioè i numerini messi a pedice dei simboli degli elementi) della formula chimica.

Riportiamo alcuni esempi sui coefficienti stechiometrici

Esempio 1

Tutti sanno che l'acqua H2O è formata da due atomi di idrogeno e un atomo di ossigeno.

Se alla formula dell'acqua facciamo precedere il coefficiente 3 (pertanto scriveremo 3 H2O), vuol dire che nella reazione sono coinvolte 3 molecole di acqua.

In totale saranno quindi coinvolti 6 atomi di idrogeno e 3 atomi di ossigeno.

Esempio 2

Fe(OH)2 è invece formato da 1 atomo di Fe, 2 atomi di O e 2 atomi di H.

Se a tale formula facciamo precedere il coefficiente 3:

3 Fe(OH)2 vuol dire che in totale sono coinvolti 3 atomi di Fe, 6 di H e 6 di O.

Esempio 3

Ca3(PO4)2 è formato da 3 atomi di Ca, 2 atomi di P e 8 atomi di O.

Se a tale formula facciamo precedere il coefficiente 2:

2 Ca3(PO4)2 vuol dire che in totale sono coinvolti 6 atomi di Ca, 4 atomi di P e 16 atomi di O.

Esempio 4

In 2 Fe sono considerati due atomi di ferro.

Ti lasciamo infine alcuni link che ti potrebbero interessare:

rapporto stechiometrico

bilanciamento reazioni

numero di moli

esercizi con le moli

Studia con noi