chimica-online.it

Isomeria Configurazionale

Isomeria configurazionale: enantiomeria e diastereoisomeria

L'isomeria configurazionale è una particolare forma di stereoisomeria nella quale gli isomeri, pur mantenendo la stessa sequenza con cui gli atomi sono legati, possono essere traformati gli uni negli altri solo attraverso uno scambio di posizione dei gruppi legati ad un medesimo atomo.

Così, nella molecola seguente, la connettività degli atomi si conserva ma per trasformare un isomero nell'altro è necessario scambiare di posizione due sostituenti qualunque (nell'esempio quello di bromo e quello di fluoro):

isomeria configurazionale

Gli isomeri configurazionali possono essere di due tipi: enantiomeri e diastereoisomeri.

Gli enantiomeri sono composti collegati come due immagini speculari non sovrapponibili. Una molecola che non è sovrapponibile alla sua immagine speculare viene detta chirale. La chiralità è una condizione necessaria e sufficiente per l'esistenza di enantiomeri.

Gli stereoisomeri che non sono enentiomeri sono chiamati distereoisomeri.

Pertanto, volendo riassumere, possiamo dire che la diastereoisomeria, una particolare forma di stereoisomeria, può essere suddivisa in enantiomeria e diastereoisomeria.

L'enantiomeria riguarda quelle molecole che si presentano come immagini speculari non sovrapponibili;

la diastereoisomeria riguarda quelle molecole che, pur non essendo sovrapponibili, non sono immagini speculari l'una dell'altra.

Studia con noi