chimica-online.it

Sequestranti

Che cosa sono e come agiscono i sequestranti?

Con il termine di sequestranti si identificano quelle sostanze capaci di sequestrare uno ione in soluzione, ossia di impedirgli di esplicare il proprio normale comportamento; l'azione sequestrante può ridurre l'attività dello ione a un punto tale da considerarlo del tutto inattivo, o ridurre l'attività solo parzialmente.

Le sostanze sequestranti sono genericamente dei complessanti o, in senso più stretto, dei chelanti in quanto sono capaci di complessare ovvero di coordinare uno ione (o anche una molecola) in più di una posizione.

Non tutti i chelanti manifestano però proprietà sequestranti: l'8-idrossichinolina, per esempio, precipita un certo numero di ioni metallici dalle loro soluzioni in forma di un chelato insolubile e quindi non può essere considerato un sequestrante:

8-idrossichinolina

Invece l'acido 8-idrossichinolin-5-solfonico con gli stessi ioni dà chelati solubili:

Acido 8-idrossichinolin-5-solfonico

Sequestranti tipici sono acidi amminopolicarbossilici, tra cui ricordiamo il classico etilendiamminotetracetico (EDTA):

EDTA

Altri sequestranti sono gli idrossiacidi quali per esempio l'acido citrico, l'acido tartarico e gli acidi ascorbico e gluconico e i polifosfati. In ogni caso, anziché usare gli acidi liberi, si preferisce utilizzare i loro sali mono- o bisodici, facilmente solubili in acqua.

Per quanto non diano chelati molto stabili, sono purtuttavia assai importanti dal punto di vista biologico le sostanze contenenti i gruppi solfidrilici -SH.

Impieghi dei sequestranti

Come detto in precedenza, l'azione di un sequestrante può ridurre l'attività dello ione a un punto tale da considerarlo del tutto inattivo, o ridurre l'attività solo parzialmente. Così i sequestranti possono essere utilizzati in chimica analitica, dove permettono dosaggi selettivi (analisi complessometrica) e mascheramenti di ioni di cui si vuole inibire il comportamento.

Oltre al citato utilizzo in ambito chimico-analitico, un'importante applicazione dei sequestranti si ha in campo medico e consiste nell'aggiungere citrati ai prelievi di sangue: il citrato, complessando il calcio, ne inibisce la coagulazione. In medicina i sequestranti vengono anche impiegati in vari ambiti clinici come: la talassemia e l'intossicazione acuta da metalli pesanti.

Ricordiamo infine che nell'acqua delle piscine vengono aggiunti sequestranti (dei sali di calcio e magnesio) allo scopo di prevenire la formazione di calcare e l'intorbidamento dell’acqua.

Studia con noi