chimica-online.it

Disegnare in scala

Come disegnare in scala

Vuoi sapere come disegnare in scala?

Vuoi sapere interpretare una scala da disegno?

Se si continua con la lettura dell'articolo. In questa pagina del sito vedremo infatti come disegnare in scala e come interpretare una scala da disegno.

Spesso ci si trova nella situazione di dovere rappresentare graficamente oggetti che sono troppo grandi o troppo piccoli rispetto al foglio che si ha a disposizione.

In questi casi è pertanto indispensabile ridurre o eventualmente ingrandire di un determinato fattore (detto "fattore di scala") le misure dell’oggetto reale per poterlo rappresentare graficamente nel foglio.

Esistono pertanto tre tipi di scale da disegno:

  • scala di ingrandimento, ad esempio la scala 10:1, serve per ingrandire gli oggetti sul foglio;
  • scala reale (scala 1:1), serve per rappresentare gli oggetti in misura reale sul foglio;
  • scala di riduzione, ad esempio la scala 1:10, serve per rappresentare oggetti in miniatura sul foglio.

I numeri X:Y della scala rappresentano il rapporto tra la dimensione dell'oggetto nel foglio e la dimensione reale dello stesso.

Scala di ingrandimento

Se il primo numero della scala è maggiore del secondo numero (come ad esempio nella scala 10:1) significa che l'oggetto viene rappresentato nel foglio con dimensioni più grandi di quelle reali.

Il rapporto tra le due dimensioni è di 10:1, ovvero 10 cm sul disegno corrispondono a 1 cm delle dimensioni reali e viceversa.

Quindi, ad esempio, se nella realtà un oggetto è lungo 1,2 cm deve essere rappresentato nel disegno con una lunghezza di 1,2 x 10 = 12 centimetri.

Viceversa, se nel disegno un oggetto è lungo 30 cm, nella realtà la sua lunghezza è di 30 : 10 = 3 cm.

Scala reale

Nella scala 1:1 l'oggetto viene rappresentato nel foglio con dimensioni identiche a quelle reali.

Quindi, ad esempio, se nella realtà un oggetto è lungo 1,8 cm anche nel disegno viene rappresentato con una lunghezza di 1,8 cm.

Scala di riduzione

Se il primo numero della scala è inferiore al secondo numero (come ad esempio nella scala 1:10) significa che l'oggetto viene rappresentato nel foglio con dimensioni più piccole di quelle reali.

Il rapporto tra le due dimensioni è di 1:10, ovvero 1 cm sul disegno corrispondono a 10 cm delle dimensioni reali e viceversa.

Quindi, ad esempio, se nella realtà un oggetto è lungo 14 cm deve essere rappresentato nel disegno con una lunghezza di 1,4 : 10 = 1,4 centimetri.

Viceversa, se nel disegno un oggetto è lungo 2 cm, nella realtà la sua lunghezza è di: 2 x 10 = 20 cm.

Link correlati:

Come leggere una scala 1:20

Come leggere una scala 1:50

Come leggere una scala 1:100

Come leggere una scala 1:200

Come leggere una scala 1:500

Come leggere una scala 1:1000

Studia con noi