chimica-online.it

Fuochi fatui

Che cosa sono e come si formano i fuochi fatui?

I fuochi fatui sono fenomeni che si verificano nei cimiteri, nelle paludi e negli stagni.

Si tratta di fiammelle di breve durata (da qui il termine fatuo) prodotte durante la decomposizione di materiale organico.

La principale sostanza responsabile dei fuochi fatui è la fosfina.

La fosfina è un gas incolore dall'odore sgradevolissimo che ricorda quello dei pesci putrefatti.

Essa si forma infatti nel corso del processo di putrefazione delle sostanze organiche fosforate ed in genere nel processo di decomposizione cadaverica.

Se è pura non è infiammabile spontaneamente all'aria.

Però, in presenza anche di piccole tracce di difosfina (P2H6) (sostanza che si incendia spontaneamente all'aria e che si forma anch'essa nel processo di decomposizione cadaverica), brucia formando deboli fiammelle e dando origine al fenomeno noto col nome di fuochi fatui.

Fuochi fatui nell'antichità

Le leggende sui fuochi fatui sono numerosissime.

Anticamente si riteneva che fossero le anime dei defunti che salivano al cielo.

Studia con noi