chimica-online.it

Esercizio su urti elastici frontali

Esercizio svolto e commentato su urti elastici frontali

Tre sfere metalliche di massa rispettivamente 2∙m, m ed m sono poste su di un piano liscio, allineate e ferme.

La prima sfera viene lanciata ad una velocità di 9 m/s mettendo in moto prima la seconda sfera che a sua volta mette in moto la terza sfera.

Calcolare la velocità dell’ultima sfera considerando tutti gli urti elastici e frontali.

Svolgimento dell'esercizio

L'esercizio propone il caso di tre sfere metalliche allineate e poste su un piano liscio.

La prima delle tre sfere viene lanciata ad una velocità di 9 m/s e colpisce la seconda sfera che a sua volta colpisce la terza sfera.

Considerando urti elastici, si vuole determinare la velocità della terza sfera metallica.

Le tre sfere metalliche hanno massa rispettivamente pari a 2∙m, m ed m.

Durante il primo urto la sfera di massa 2∙m che viene lanciata alla velocità di 9 m/s verso la seconda sfera di massa m e ferma inizialmente, metterà in moto quest’ultima ad una velocità di:

velocità finale seconda biglia

La seconda sferetta di massa m messa in moto dalla prima si muove con velocità 12 m/s verso la terza sferetta inizialmente ferma e di massa m che colpita dalla seconda sferetta si metterà in moto con velocità V3f pari a:

velocità finale terza biglia

Concludendo, considerando tutti gli urti elastici e frontali la velocità finale della terza sferetta è pari a 12 m/s.

Studia con noi