chimica-online.it

Effetto della pressione su una bottiglia di plastica chiusa

Qual è l'effetto di un cambio di pressione esterna su una bottiglia di plastica chiusa?

Si chiude una bottiglia di plastica vuota col tappo mentre ci si trova in una località di alta montagna in cui la pressione atmosferica è inferiore del 10% rispetto a quella misurata sul livello del mare.

Se portiamo al bottiglia chiusa in una località balneare, cosa succede alla bottiglietta?

Svolgimento dell'esercizio

L'esercizio propone il caso di una bottiglia di plastica che viene tappata in una località di montagna (nella quale la pressione atmosferica è inferiore del 10% rispetto a quella misurata sul livello del mare).

Si chiede di prevedere cosa può succedere alla bottiglia se viene portata in una località balneare.

In altra montagna, quando viene richiusa la bottiglia, essa contiene aria alla stessa pressione della località in cui si ci trova e quindi inferiore a 1 atm.

In particolare la pressione che c’è in alta montagna è il 10% inferiore a quella sul livello del mare dunque 1 -0,1 = 0,9 atm.

La bottiglietta in alta montagna dunque non si deforma in quanto la pressione esterna è identica a quella interna e imprigiona dentro di se aria alla pressione di 0,9 atm che non potendo entrare a contatto con l’esterno di mantiene a questa pressione anche quando la bottiglietta viene portata al livello del mare.

Qui le condizioni esterne della pressione atmosferica cambiano.

In particolare - a livello del mare - la pressione che preme contro la bottiglietta è di 1 atm risultando maggiore rispetto alla pressione interna.

L’effetto dunque sarà quello che la bottiglietta si deformerà e tenderà a schiacciarsi.

L'effetto della pressione è schematizzato nella seguente figura:

Effetto della pressione su una bottiglia di plastica chiusa: a livello del mare la pressione che preme contro la bottiglietta è di 1 atm risultando maggiore rispetto alla pressione interna (0,9 atm). L’effetto dunque sarà quello che la bottiglietta si deformerà e tenderà a schiacciarsi.

Studia con noi