chimica-online.it

Escrezione

Che cosa si intende con escrezione?

Per escrezione s'intende l'eliminazione delle sostanze di rifiuto dall'organismo.

Tutte le sostanze ingerite contengono quasi sempre una certa quantità di materiale indigeribile che viene eliminata con le feci.

Sostanze di rifiuto si producono e si accumulano nelle cellule anche durante i processi di accrescimento e di demolizione dei tessuti, come pure durante il metabolismo dei composti organici ingenti e assimilati.

La natura di queste sostanze dipende, oltre che dalla natura degli alimenti, dal tipo di vita che l'animale conduce, dalla sua attività e dalle condizioni ambientali.

Lo studio del metabolismo rivela che gli organismi utilizzano l'energia derivante dall'ossidazione dei carboidrati, dei lipidi e delle proteine.

Per prodotti terminali (che vengono accumulati o escreti) si intendono quei composti finali (o intermedi) del metabolismo dai quali non è più possibile ottenere energia.

Ciò non significa che le sostanze escrete non contengono energia, ma che gli organismi non sono capaci di utilizzarla.

Si pensi per esempio all'urea che è uno dei prodotti terminali del metabolismo azotato: questa sostanza al calorimetro libera ancora 153 kcal per mole ma le cellule la eliminano come tale perché non sono capaci di demolirla ulteriormente.

In condizioni normali il catabolismo dei carboidrati e dei lipidi porta alla formazione di acqua e di anidride carbonica.

Durante il metabolismo delle sostanze azotate si forma, accanto a CO2 e H2O, anche ammoniaca; lo zolfo di alcuni amminoacidi (cisteina, metionina) e il fosforo dei nucleotidi e dei nucleoprotidi compaiono rispettivamente sotto forma di solfati e di fosfati.

Ti lasciamo infine alcuni link che ti potrebbero interessare:

Che cosa è la parotite?

Che cosa è un aptene?

Che cos'è l'anossia?

Quali sono i sintomi dovuti a infezione da ossiuri?

Che cosa i monoterpeni?

Vuoi sapere quanto dura la varicella?

Studia con noi