chimica-online.it

Delirium tremens

Che cosa è il delirium tremens?

Il delirium tremens o delirio tremante, è un grave stato confusionale caratterizzato da un'alterazione di tipo onirico della coscienza causato dalla astinenza da alcol in soggetti affetti da alcolismo cronico.

Il delirium tremens viene considerata la forma confusionale dell'alcolismo cronico, caratterizzata da un comportamento incoerente e allucinazioni.

Insorge - in alcolisti cronici - solitamente tra il 40° e il 50° anno di vita, con netta prevalenza per il sesso maschile.

Fasi del delirium tremens

Dopo una prima fase, nella quale si accentuano i sintomi somatici dell'alcolismo (faccia caratteristica, gastrite cronica, miocardite, ipertensione arteriosa, epatiti, cirrosi atrofica, ecc.) e compaiono transitori disturbi percettivi (illusioni a contenuto pauroso, mostruoso, ecc.), unitamente a manifestazioni ansiose di notevole entità, subentra acutamente la condizione tipica della malattia, nella quale si rilevano:

  • confusione mentale con disorientamento soprattutto rispetto al tempo e all'ambiente;
  • illusioni e allucinazioni;
  • micropsie (condizioni neurologiche che alterano la percezione visiva umana: gli oggetti appaiono più piccoli di quanto non lo siano realmente);
  • zoopsie (condizioni mentali per cui viene data una realtà fisica ad oggetti e suoni inesistenti);
  • deliri;
  • ansie, paure e inquietudini che col passare dei giorni possono trasformarsi in euforia o vengono da questa mascherate;
  • vari segni neurologici, tra cui i caratteristici e grossolani tremori che danno il nome alla sindrome.

Varianti del delirium tremens

Esistono numerose varianti di questa malattia, in parte condizionate dal tipo di bevanda alcolica, in parte dalle caratteristiche psicologico-etniche dei vari individui. Le varianti possono essere:

  • forme a inizio brusco, senza preavvisi;
  • forme altamente febbrili e a prognosi infausta (con malattia a decorso letale);
  • forme deliranti recidivanti;
  • forme abortive;
  • forme protratte che talvolta possono portare alla demenza.

Va ricordato però che la maggioranza dei casi a esito letale sono tali perché complicati da affezioni polmonari o cardiovascolari concomitanti.

Eziopatogenesi del delirium tremens

L'insorgere del delirium tremens è solitamente dovuto a fattori scatenanti, tra i quali ricordiamo:

  • caldo;
  • traumi;
  • malattie tossinfettive;
  • brusca sospensione dell'assunzione della bevanda alcolica;
  • alterato metabolismo della vitamina B1 (tiamina).

Terapia del delirium tremens

Nella terapia si fa correntemente uso di sedativi, di alte dosi di vitamine (vitamina B1, vitamina B6, niacina, vitamina C), di protettori epatici e di tutti i sussidi indicati dal singolo caso (antibiotici, cardiotonici, ecc.).

In passato veniva usato anche l'alcol etilico che veniva somministrato al paziente per via endovenosa, partendo dal presupposto degli effetti nocivi di una sua brusca sospensione.

Se il paziente viene opportunamente trattato, il decorso non supera in genere la settimana e la guarigione avviene solitamente in modo brusco, lasciando il malato lucido, ma spossato.

Studia con noi