chimica-online.it

Colpocitologia

Che cos'è la colpocitologia?

Vuoi sapere che cos'è la colpocitologia?

Vuoi sapere che cosa studia la colpocitologia?

Se si continua con la lettura dell'articolo. In questa pagina del sito vedremo infatti che cos'è la colpocitologia e cosa studia.

Con il termine di colpocitologia si intende lo studio microscopico delle cellule che si trovano nel secreto vaginale: in esso si possono infatti ritrovare cellule esfoliate appartenenti a una qualunque zona della superficie interna degli organi genitali, e cioè elementi cellulari della mucosa vaginale, del collo uterino, dell'endometrio, della salpinge, dell'ovaia e anche del peritoneo, a condizione naturalmente che vi sia la normale pervietà anatomica di questi organi che consenta il deflusso verso il basso degli elementi desquamati.

Questa desquamazione è un fatto costante, sia pure con aspetti diversi, di tutti gli epiteli di rivestimento di qualsiasi superficie del corpo; ma essa assume caratteri del tutto particolari a livello della mucosa vaginale.

Questa è costituita da vari strati sovrapposti di cellule di cui quello basale ha la funzione di rigenerare gli elementi cellulari che costituiscono gli strati sovrastanti: man mano che le cellule dello strato superficiale si staccano e si eliminano cadendo in vagina, esse sono sostituite dalle sottostanti che vengono a loro volta ad affiorare.

È quindi quella della vagina una mucosa che continuamente si rinnova (analogamente in questo a quanto si verifica per la cute) con la caratteristica però del tutto peculiare che il ritmo della desquamazione dipende essenzialmente dall'influenza degli ormoni ovarici e varia nella qualità e nel rapporto percentuale dei diversi elementi secondo gli ormoni attivi nelle diverse fasi del ciclo mestruale: è possibile quindi per un processo inverso risalire all'analisi dell'attività ovarica, delle sue eventuali anomalie e quindi studiare molti dei problemi clinici correlati a tale attività (sterilità, menopausa, controllo delle terapie ormoniche, ecc.).

Importanza dell'analisi colpocitologica

Le cellule desquamate dai tratti superiori dell'apparato genitale (collo uterino, corpo uterino, salpingi) non hanno interesse nello studio dell'attività ovarica; la loro importanza è invece massima per la diagnosi di cancro genitale.

In presenza di un tumore maligno, infatti, se questo ha sede in zona superficiale, gli elementi cellulari che si staccano più o meno abbondantemente dalla sua superficie sono spinti verso il basso commisti al resto della normale secrezione vaginale: il loro riconoscimento, con un esatto rilievo dei loro caratteri citologici, permetterà quindi di stabilire l'origine e la natura fornendo un elemento essenziale per scoprire la presenza e la sede del tumore. Naturalmente la diagnosi definitiva andrà poi suffragata da altre indagini ed esami.

In particolare, l'indagine colpocitologica risulta importante per scoprire forme iniziali di tumori, specialmente per individuare forme molto iniziali che ancora sfuggono all'esame diretto o che sono insorte in cavità inaccessibili, ad esempio nel corpo dell'utero e nella salpinge.

Per la diagnosi precoce dei tumori l'esame colpocitologico si affianca con molto vantaggio all'esame con il colposcopio (apparecchio ottico simile a cannocchiale che consente forti ingrandimenti, appositamente costruito per l'indagine vaginale) nello studio delle lesioni superficiali sospette, consentendo alte percentuali di risultati esatti: fatto, questo, molto importante in quanto la lotta contro i tumori è tutta imperniata sul loro riconoscimento precoce e sull'immediato intervento terapeutico.

Non ultimo vantaggio nell'indagine colpocitologica è la facilità e innocuità del prelievo per cui può essere ripetuto molte volte senza danno e dovrebbe anzi essere eseguito, anche indipendentemente da particolari sospetti, dopo il terzo decennio di vita.

Ti lasciamo infine alcuni link che ti potrebbero interessare:

Che cos'è l'elettrofisiologia?

Che cosa è e a cosa serve la tabella peso altezza?

Che cosa è la parotite?

Che cos'è l'istoplasmosi?

Che cos'è l'iperossia?

Che cos'è l'anossia?

Studia con noi