chimica-online.it

Anafilassi

Che cos'è l'anafilassi?

L'anafilassi è una grave sindrome, generalmente mortale, che si manifesta alla reiniezione di un antigene col quale l'uomo (o in generale un animale) era stato preventivamente sensibilizzato.

Poiché l'antigene deve essere introdotto per via parenterale, cioè per mezzo di iniezione, si afferma che l'anafilassi è un fenomeno provocabile solo sperimentalmente; essa tuttavia è possibile anche spontaneamente, per esempio in seguito a punture ripetute di insetti (api, vespe).

Non tutte le sostanze a funzione antigene sono capaci di provocare anafilassi o la provocano in grado lieve e in una percentuale molto bassa di soggetti.

Gli antigeni che hanno una forte proprietà anafilattizzante vengono detti anafilattogeni; essi possono essere tanto antigeni completi quanto apteni, ma in quest'ultimo caso gli apteni si devono copulare con proteine proprie dell'organismo per assumere una funzione antigene (e quindi anafilattizzante) efficace.

Invece in un animale previamente sensibilizzato con un antigene completo (aptene più proteina) basta l'iniezione del solo aptene per provocare lo shock anafilattico.

Non esiste alcuna relazione fra il potere tossico di un antigene e il suo potere anafilattizzante; per esempio le tossine batteriche non sono praticamente anafilattizzanti, mentre sieri eterogenei (per loro stessi assolutamente innocui) sono allergeni potentissimi.

Sensibilità all'anafilassi

La capacità di reagire alla reiniezione di un allergene con uno shock anafilattico varia grandemente da una specie animale a un'altra e anche da un organo all'altro dello stesso animale: così, considerando le specie sensibili, si osserva che ognuna di esse reagisce in maniera particolare.

La cavia è l'animale più sensibile all'anafilassi; sensibili sono anche il coniglio e il cane; mediocremente sensibili il topo, la scimmia, gli equini e i bovini; scarsamente sensibili sono gli Uccelli, i Rettili, gli Anfibi e i Pesci. Un comune animale da laboratorio, il ratto albino, è pochissimo suscettibile.

Sensibilità dell'uomo all'anafilassi

Si afferma che l'uomo è scarsamente sensibile all'anafilassi perché shock mortali da reinoculazioni di allergeni sono di rara osservazione nella specie umana, ma ciò dipende più dalle cautele che si adottano per evitare lo shock che da una reale minore sensibilità della specie umana.

Di seguito sono schematizzati i principali sintomi di anafilassi:

sintomi di anafilassi

Studia con noi