chimica-online.it

Alta fedeltà Hi-Fi

Quando un apparato può essere definito ad alta fedeltà?

Il termine alta fedeltà viene usato nella tecnica della riproduzione del suono (spesso abbreviato in "Hi-Fi", dal termine inglese High Fidelity), per designare una qualità di riproduzione che conserva con esattezza le caratteristiche del suono originario.

Un sistema di alta fedeltà dà quindi la sensazione della presenza reale dell'esecutore.

La riproduzione ad alta fedeltà appartiene dunque al campo più generale dei sistemi per la riproduzione del suono, intesi a trasformare le onde sonore in segnali elettrici e a riconvertire poi questi ultimi in onde sonore.

La completa fedeltà di riproduzione sonora si otterrebbe solamente se i segnali acustici emessi dall'apparato fonoriproduttore fossero in tutte le loro caratteristiche fisiche identici a quelli che si ascolterebbero in un auditorio adatto.

Tuttavia questa condizione non è mai perfettamente raggiunta e non sempre è facile valutare quanto e come un dato scostamento da essa possa ridurre la qualità della riproduzione.

Inoltre la stessa condizione ideale di assoluta fedeltà è in qualche modo indefinita, sia perché anche le condizioni di ascolto diretto possono variare entro certi limiti pur restando buone, sia perché la valutazione della condizione ottima deriva da un giudizio soggettivo, che può differire sensibilmente da un caso all'altro secondo la particolare sensibilità ed educazione estetica dell'ascoltatore.

Apparato ad alta fedeltà

Apparato ad alta fedeltà.

La conoscenza precisa delle condizioni e dei limiti che le esigenze della fedeltà di riproduzione impongono agli apparati fonoriproduttori ha grande importanza per la progettazione di tali apparecchiature, non solo perché l'assoluta fedeltà non può mai essere raggiunta, ma perché certi scostamenti da tale condizione ideale, oggettivamente non trascurabili, possono essere soggettivamente inavvertibili; sfruttando questa circostanza è possibile ridurre la complessità e il costo delle apparecchiature senza che risulti apprezzabile la diminuzione di fedeltà.

Ti lasciamo infine alcuni link che ti potrebbero interessare:

Che cos'è e come funziona il diapason?

Cosa studia l'ecometria?

Che cosa è l'elettroacustica?

Che cosa un induttore?

Che cos'è la fonometria?

Qual è la differenza tra infrasuoni e ultrasuoni?

Studia con noi