chimica-online.it

Emetico

Che cos'è un farmaco emetico?

Vuoi sapere che cos'è un farmaco emetico?

Vuoi sapere in quali casi viene impiegato un emetico?

Se si continua con la lettura dell'articolo. In questa pagina del sito vedremo infatti che cos'è un emetico e in quali casi viene impiegato.

Emetico è un farmaco che provoca il vomito. Il termine è riservato, in pratica, a quelle sostanze medicamentose che possono essere utilmente adoperate in terapia a tale scopo e che, per la loro azione locale o generale, non siano causa di danni all'organismo.

Secondo il loro punto d'attacco e secondo il meccanismo d'azione si dividono in emetici diretti ed emetici indiretti.

Emetici diretti

Gli emetici diretti stimolano il centro nervoso del vomito e dal quale dipendono numerose fibre di nervi motori, come il frenico, gli spinali, il vago e il simpatico.

La possibilità di somministrarli per via parenterale li indica utili anche e soprattutto nei frequenti casi di tentato suicidio, in cui è praticamente impossibile fare ingerire un farmaco per via orale.

Il più tipico rappresentante di questa classe di farmaci è l'apomorfina.

apomorfina

Apomorfina.

In terapia si adopera il cloridrato, polvere cristallina grigiastra, solubile in acqua, che rappresenta l'emetico elettivo; si somministra per via ipodermica.

Emetici indiretti

Gli emetici indiretti esercitano la loro azione direttamente sulla mucosa gastrica, stimolando le terminazioni nervose parasimpatiche afferenti del centro del vomito; essi pertanto vanno somministrati per via orale e hanno un'azione più lenta e meno costante dei diretti.

Vi sono vari farmaci emetici indiretti, ma certamente il più caratteristico è l'ipecacuana, costituita dalle radici della Uragoga ipecacuanha; il principio attivo è rappresentato dall'emetina in essa contenuta in basse concentrazioni.

emetina

Emetina.

La somministrazione di tale farmaco provoca - con notevole frequenza - irritazione della mucosa gastrointestinale.

Impiego degli emetici

Gli emetici sono indicati in tutte le occasioni in cui è indispensabile provocare il vomito, per liberare lo stomaco da sostanze tossiche o velenose, come specialmente gli avvelenamenti occasionali o volontari. Sono in genere preferiti gli emetici diretti.

Ti lasciamo infine alcuni link che ti potrebbero interessare:

Che cosa è un farmaco antiemetico?

Quali sono le proprietà dell'atropina?

Che cos'è un farmaco emmenagogo?

Studia con noi