chimica-online.it

Clorpromazina

Che cos'è la clorpromazina?

La clorpromazina (o cloropromazina) è un farmaco neurolettico a struttura fenotiazinica.

Presenta un largo spettro d'azione (da qui il nome del farmaco Largactil avente come principio attivo la clorpromazina) ed è infatti impiegato non solo nelle psicosi senili e nelle psicosi tossiche da sostanze stupefacenti ma anche nella fase acuta e maniacale del disturbo bipolare e nel trattamento della schizofrenia.

E' considerato capostipite e prototipo dei farmaci fenotiazinici.

Si presenta come polvere bianca, solubile in acqua se sotto forma di cloridrato.

Struttura chimica

La clorpromazina presenta formula bruta C17H19ClN2S e la seguente struttura chimica:

struttura chimica della clorpromazina

Struttura chimica della clorpromazina.

Sintetizzata nel 1950 da P. Charpentier, fu descritta nelle sue caratteristiche farmacologiche due anni più tardi.

Sempre nello stesso anno (1952) fu pubblicato - da J. Delay - il primo rapporto sulla sua attività terapeutica nelle malattie mentali.

Da quel giorno si calcola che più di 50 milioni di pazienti siano stati trattati con clorpromazina e più di 10000 pubblicazioni scientifiche siano apparse sull'argomento.

Farmacocinetica

Le preparazioni farmaceutiche includono compresse, fiale, supposte e sciroppi.

Viene somministrata di preferenza per via orale o parenterale.

Ti lasciamo infine alcuni link che ti potrebbero interessare:

cloramfenicolo (antibiotico)

dentrolene (farmaco miorilassante)

enalapril (farmaco cardiovascolare)

Studia con noi