chimica-online.it

Data della Pasqua

Come si determina la data della Pasqua?

La Pasqua è una festività cosiddetta mobile: la sua data varia di anno in anno e quindi non è mai fissa.

La data della Pasqua cristiana è legata per tradizione a quella della Pasqua ebraica, istituita come celebrazione del passaggio del Mar Rosso, dopo la liberazione del popolo ebreo dalla schiavitù dei faraoni, e ciò perché la resurrezione di Cristo, secondo i Vangeli, avvenne nella prima domenica dopo la Pasqua ebraica che, per antico precetto, si doveva celebrare nel giorno del plenilunio che cade nel giorno dell'equinozio di primavera o immediatamente dopo.

Fu perciò stabilito, fin dai primi pontefici, che la Pasqua cristiana dovesse seguire la Pasqua ebraica e avvenire nella prima domenica a essa successiva, con la convenzione che, se di domenica fosse caduta anche la Pasqua ebraica, quella cristiana dovesse essere rinviata alla domenica seguente.

La questione riguardante la data della Pasqua fu molto dibattuta tra la Chiesa greca e quella latina.

Per porre fine a questo stato di cose, al Concilio di Nicea, fu stabilito che per l'equinozio di primavera dovesse valere la data del 21 marzo e che la Pasqua si dovesse celebrare nella prima domenica successiva al plenilunio che cade il 21 marzo o che per primo lo segue.

Le Chiese che continuarono a festeggiare la Pasqua nello stesso giorno del plenilunio furono dichiarate eretiche e chiamate quartodecimane.

Ne consegue che la Pasqua più "bassa" cade il 22 marzo (quando il plenilunio si verifica il 21 marzo, di sabato) e la Pasqua più "alta" avviene il 25 aprile (quando il plenilunio di primavera cade il 18 aprile, di domenica).

La riforma gregoriana si occupò, come è già stato menzionato, anche della festa di Pasqua e fornì un nuovo metodo per il suo computo dando una tabella di facile uso.

Ti lasciamo infine alcuni link che ti potrebbero interessare:

Che cosa indica la locuzione avanti Cristo?

Che ore sono le 12 am?

Quali sono i giorni festivi?

Studia con noi