chimica-online.it

Adenovirus

Che cosa sono gli adenovirus?

Con il termine di adenovirus si intende un gruppo di agenti patogeni scoperti da W. P. Rowe nel 1953 i quali causano congiuntivite follicolare, cherocongiuntivite, faringite, polmonite atipica, enteriti ed epatiti.

Numerosi ceppi sono stati isolati da tonsille e da adenoidi rimosse chirurgicamente da pazienti, e anche dal tubo intestinale.

Le particelle virali di questa famiglia hanno un diametro compreso tra 60 e 85 nm e sono costituite da una parte centrale composta di acido desossiribonucleico a doppio filamento, avvolto da un capside di forma icosaedrica composto da 252 subunità (capsomeri). Di queste, 240 hanno forma esagonale e 12 pentagonale.

Struttura degli adenovirus

Struttura degli adenovirus.

I capsomeri esagonali danno luogo alla formazione dell'antigene solubile A o hexonantigen, mentre i capsomeri pentagonali danno luogo alla formazione dell'antigene solubile B o pentonantigen.

Gli adenovirus possono essere conservati alla temperatura di + 4 °C per lunghi periodi di tempo, sono assai stabili nei confronti delle variazioni del pH, sono inattivati dalla formaldeide e sono etere-resistenti.

Habitat dell'adenovirus

Negli esseri umani l'habitat del virus è costituito dal tratto respiratorio superiore, dall'apparato digestivo e dall'apparato oculare.

L'agente può persistere per prolungati periodi di tempo nel tessuto linfatico in assenza di manifestazioni cliniche.

La trasmissione avviene attraverso secrezioni contaminate del tratto respiratorio e della congiuntiva e anche attraverso urine e feci.

Ti lasciamo infine alcuni link che ti potrebbero interessare:

Che cosa sono le tossine?

Studia con noi