chimica-online.it

Citrus reticulata

Citrus reticulata (mandarino)

Il Citrus reticulata è un albero di medio sviluppo, con chioma espansa, possiede rami sottili, senza spine; appartiene alla categoria degli agrumi.

Le foglie hanno forma ellittica ed estremità appuntita, alquanto piccole, di colore verde scuro.

Il Citrus reticulata è resistente al freddo; esige terreno calcareo-siliceo, fertile e profondo e richiede frequenti irrigazioni.

Il frutto dell'albero (mandarino) è rotondo, compresso; l'endocarpo è diviso in spicchi che si staccano facilmente tra loro e dal pericarpo; la buccia è sottile di colore arancio accentuato, i semi sono numerosi e poliembrionali.

Il frutto è molto delicato, poco resistente ai trasporti e richiede particolari cure nella raccolta, nella conservazione e nell'imballaggio.

Citrus reticulata

Citrus reticulata.

Il frutto del mandarino comune è di media grossezza, leggermente schiacciato e provvisto di molti semi; la polpa, di color arancio, è ricca di succo dolce e aromatico. Il frutto matura da novembre a gennaio.

Ad annate nelle quali i frutti risultano piccoli e meno profumati, succedono annate di scarsa produzione alle quali si rimedia con razionali potature e adeguate concimazioni e irrigazioni.

La specie nota come Clementina è un albero di maggiori dimensioni di quelle del mandarino comune, resiste maggiormente al freddo, ma è molto esigente di acqua; ha una fioritura abbondante ma una scarsa allegagione (l'allegagione è la fase iniziale dello sviluppo dei frutti successiva alla fioritura).

I frutti sono di colore arancio più carico di quelli del mandarino comune; il succo è più dolce e meno acido, più ricco di acido ascorbico delle altre varietà.

La specie nota come Satsuma è apprezzata per la sua resistenza al freddo, la sua precocità (matura in ottobre-novembre) e la scarsa presenza di semi; i frutti sono di difficile conservazione.

Altre varietà, coltivate specialmente nella California sono: la Dancy, la Tempie, la King e la Kinnow; le tre ultime molto tardive.

Coltivazione del mandarino in Italia

In Italia il mandarino è coltivato particolarmente in Sicilia, ove occupa un'area di diverse migliaia di ettari, con speciale riferimento alle province di Palermo e Catania.

Ti lasciamo infine alcuni link che ti potrebbero interessare:

Che cosa sono i teropodi?

Studia con noi