chimica-online.it

Citrus paradisi

Citrus paradisi (Pompelmo)

Il Citrus paradisi, conosciuto anche con il nome di grapefruit, è un albero da frutto appartenente alla categoria degli agrumi.

L'albero può assumere un notevole sviluppo; è resistente al freddo, di facile adattamento e molto produttivo.

Ha chioma irregolare, rami lisci senza spine, foglie ovali con picciolo alato, fiori grandi, di regola riuniti in infiorescenze ascellari.

È preferibile innestarlo sul Citrus aurantium (melangolo) anziché su se stesso.

La sua origine è sconosciuta; c'è chi ritiene che derivi da una mutazione di Citrus grandis (che assieme al cedro e al mandarino è ritenuta una delle tre specie da cui derivano tutti gli altri agrumi), mentre altri gli attribuiscono la derivazione da un ibrido di Citrus grandis con Citrus sinensis.

Il frutto del Citrus paradisi

Il frutto del Citrus paradisi (pompelmo) è disposto a grappolo, grosso, di forma sferica quasi regolare (è leggermente schiacciato ai poli).

Possiede una buccia di colore giallo pallido e una polpa bianco-giallo-verdastra, molto ricca di succo di sapore acidulo-amarognolo caratteristico. I semi sono poliembrionali.

pompelmo

Frutto del pompelmo.

I frutti, che si consumano freschi, vengono impiegati nell'industria dei succhi e delle marmellate.

Varietà del pompelmo

Del Citrus paradisi esistono diverse varietà. Quella più coltivata è la Marsch-Seedless, albero di medio vigore che porta frutti di forma sferica quasi regolare, grossi, succosi, dal peso solitamente superiore ai 200 g e dai semi scarsi o mancanti.

Originaria dell'America settentrionale, è quella che si è maggiormente diffusa in Europa e in Italia. In Europa si raccoglie nel mese di dicembre.

Coltivazione del pompelmo

Il pompelmo è coltivato specialmente nella Florida e nella California meridionale; sì è diffuso in Israele, nelle Antille e nell'Unione Sud Africana. In Italia la sua coltivazione ha una importanza secondaria.

Studia con noi