chimica-online.it

Calanco

Che cos'è un calanco?

Con il termine di calanco si intende una struttura geomorfologica determinata da rapide azioni erosive di acque di scorrimento superficiale (acque piovane), operanti su rocce poco resistenti e spoglie di vegetazione.

I calanchi si presentano come associazioni di minuscoli e numerosi bacini imbriferi montani (il termine "imbrifero" indica una zona che raccoglie le acque piovane che alimentano un fiume), estremamente ramificati, delimitati e frastagliati da creste a forma di lame.

calanchi

Calanchi di Atri in provincia di Teramo.

Quando l'azione delle acque dilavanti, e in generale degli agenti esterni, non viene controllata con opportune opere (consolidamento dei terreni franosi, drenaggio, rimboschimento, ecc.), l'evoluzione rapidissima dei calanchi può costituire un serio pericolo per le coltivazioni e gli abitati. Infatti, l'arretramento delle tastate dei canalicoli in cui si convogliano le acque piovane si traduce nella distruzione - più o meno rapida - delle ampie superfici sovrastanti.

Qualsiasi tipo di bonifica, comunque, presenta sempre notevoli difficoltà tecniche, a causa della particolare natura dei terreni che sono contemporaneamente teneri e impermeabili.

Dove è possibile osservare i calanchi?

In Italia i calanchi sono molto comuni nell'Appennino, in terreni argillosi di varia genesi ed età.

Ti lasciamo infine alcuni link che ti potrebbero interessare:

Che cosa è il carotaggio e come lo si ottiene?

Che cos'è l'erosione?

Che cos'è l'era cenozoico e quando la si è avuta?

Che cos'è l'anticlinale e come la si ottiene?

Che cos'è il carsismo e come si origina?

Che cosa sono le carte geologiche?

Che cos'è il Flysch?

Che cosa sono le costruzioni antisismiche?

Studia con noi