chimica-online.it

Esercizi sull'attrito

Esercizi online e gratuiti sull'attrito

In questa sezione del sito sono proposti esercizi sull'attrito.

La raccolta degli esercizi sull'attrito di seguito proposta è rivolta sia agli studenti universitari delle facoltà scientifiche che agli studenti di licei ed istituti tecnici.

Prima di affrontare gli esercizi sull'attrito facciamo un brevissimo ripasso di tale argomento.

L'attrito è una forza che si ha quando due corpi sono a contatto tra loro.

Esistono diversi tipi di attriti e quindi diverse forze di attrito.

- l'attrito radente, è l'attrito che si esercita tra due superfici a contatto. Si ha, ad esempio, quando un corpo scivola o resta fermo su un piano inclinato. L'attrito radente può essere di due tipi: attrito radente statico ed attrito radente dinamico.

- l'attrito volvente, che si ha quando un corpo (come ad esempio un pallone) rotola su una superficie (campo da calcio).

- l'attrito viscoso, che si ha quando un corpo si muove in un fluido. E' il caso dell'attrito tra un oggetto che viene lasciato cadere a terra e l'aria.

Chimica-online.it inoltre ti offre anche una calcolatrice scientifica online.

Esercizi sull'attrito

Di seguito gli esercizi sull'attrito secondo un ordine crescente di difficoltà.

1.

Un blocco del peso di 100 Newton è posto staticamente su una superficie scabra orizzontale caratterizzata da un coefficiente di attrito statico pari a 0,5.

Calcolare la forza normale di reazione che il piano imprime alla massa e la forza di stacco orizzontale da applicare per far muovere la massa.

Lo svolgimento dell'esercizio lo trovi qui: calcolo della forza di stacco.

2.

Un’automobile procede ad una velocità pari a 27 m/s, quando viene lasciata in folle cioè senza marcia inserita.

Il coefficiente di attrito volvente tra i pneumatici di un’automobile e l’asfalto è di 0,5.

Se non interviene alcuna altra forza calcolare a quale accelerazione sarà soggetta l’automobile.

Lo svolgimento dell'esercizio lo trovi qui: esercizio sull'attrito radente dinamico.

3.

Un blocco è in equilibrio statico su di un piano inclinato scabro di base b ed altezza h.

Il piano inclinato in questione è dotato di una cerniera che permette di variare l’angolo di inclinazione a piacere.

Se si aumenta l’inclinazione del piano, si nota che quando l’altezza è metà della base il corpo inizia a scivolare verso basso.

Calcolare il coefficiente di attrito statico del piano.

Lo svolgimento dell'esercizio lo trovi qui: calcolo del coefficiente di attrito statico.

4.

Una sfera di raggio 40 cm sta rotolando su di un piano orizzontale con velocità costante.

Ad essa è applicata una forza di modulo 2 N anch’essa orizzontale.

Sapendo che la normale è di 250 N calcolare il coefficiente di attrito volvente.

Lo svolgimento dell'esercizio lo trovi qui: calcolo del coefficiente di attrito volvente.

5.

Un fucile imprime ad un proiettile presente in canna una forza costante di 6100 N.

Una volta espulso il proiettile limita la sua velocità a 500 m/s a causa dell’attrito viscoso con l’aria.

Considerando il proiettile sferico di raggio 1,00 cm, determinare la viscosità del gas all’interno della canna.

Lo svolgimento dell'esercizio lo trovi qui: esercizio sulla legge di Stokes.

6.

Il motore di un’automobile fornisce una forza motrice di 300 N ed essa viaggia a velocità costante.

Può esserci in questo caso una forza di attrito agente sull’auto?

E se sì quanto vale il suo modulo?

Lo svolgimento dell'esercizio lo trovi qui: esercizio sull'equilibrio dinamico.

7.

Considerare un corpo che sta scivolando lungo un piano inclinato di un angolo θ rispetto all’orizzontale nei due casi in cui la superficie sia liscia e scabra con coefficiente di attrito dinamico μd.

Verificare, in entrambi i casi, come varia l’accelerazione in funzione dell'angolo θ.

Lo svolgimento dell'esercizio lo trovi qui: esercizio sull'attrito radente.

8.

Ad un blocco di massa 100 Kg è applicata una forza orizzontale di modulo F che ne determina un’accelerazione di 6 m/s2 su di un piano liscio, privo di attrito.

Sopra il blocco di 100 Kg è posto un altro blocco di massa 20 Kg.

Tra i due blocchi è presente una forza di attrito.

Mentre il blocco di 100 Kg viene accelerato verso destra, il blocco da 20 Kg subisce un’accelerazione di 4 m/s2 verso sinistra, finchè cade dal bordo del primo blocco.

Esercizio sulla legge fondamentale della dinamica

Determinare:

1) La forza di attrito che agisce sul blocco da 20Kg

2) La forza di modulo F applicata al sistema dei due blocchi

3) L’accelerazione del blocco da 100 Kg una volta che la massa di 20 Kg è caduta giù.

Lo svolgimento dell'esercizio lo trovi qui: esercizio sulla legge fondamentale della dinamica.

Studia con noi