chimica-online.it

Ossidazione degli alcoli primari

Ossidazione di un alcol a chetone, ad aldeide o ad acido carbossilico

L'ossidazione di un alcol a chetone, ad aldeide o ad acido carbossilico viene condotta utilizzando come ossidante cromo nel suo stato di ossidazione +6.

Se il composto da ossidare ha una sufficiente solubilità in acqua, si può usare come ossidante il bicromato di sodio in acido solforico acquoso.

ossidazione degli alcoli con acido cromico

Per quei composti che hanno bassa solubilità in acqua, si usa una soluzione di anidride cromica (CrO3) in acetone, acqua e acido solforico (questa miscela è chiamata reattivo di Jones).

Si può anche usare il reattivo di Sarett (CrO3 in piridina).

reattivo di jones

I reattivi di Jones e di Sarett sono entrambi usati per l'ossidazione degli alcoli, senza modificare i doppi legami eventualmenne presenti nella molecola, che non vengono ossidati.

Meccanismo della ossidazione cromica

Il meccanismo della ossidazione cromica di un alcol a composto carbonilico coinvolge come primo stadio la formazione di un alchilcromato tramite reazione di disidratazione.

formazione alchilcromato

Successivamente l'alchilcromato può cedere un protone ad una molecola di acqua formando il composto carbonilico.

alchilcromato composto carbonilico

Ossidazione di un alcol primario ad aldeide

Se si desidera ossidare un alcol primario ad aldeide, occorre prevenire la successiva ossidazione ad acido carbossilico.

Infatti l'iniziale ossidazione di un alcol primario porta alla formazione di un aldeide che, a sua volta, può ulteriormente ossidarsi portando alla formazione di un acido carbossilico.

ossidazione alcoli

Se l'aldeide è volatile è possibile distillarla dalla miscela di reazione prima che venga ossidata ad acido carbossilico. Questo metodo è tuttavia applicabile solo alle aldeidi con quattro atomi di carbonio o meno.

Per preparare un aldeide che non è volatile si utilizza l'ossidazione con CrO3 in piridina del corrispondente alcol primario, con rese che sono da medie a buone.

Il successo di questo metodo è dovuto al fatto che la concentrazione di acqua presente è molto bassa, il che riduce la conversione dell'aldeide nella corrispondente forma idrata.

Poichè è l'idrato dell'aldeide (un gem-diolo) che susseguentemente si ossida ad acido attraverso l'acido cromico, questo metodo di ossidazione permette di fermarsi all'aldeide.

Ossidazione in cui si usa manganese

Il permanganato di potassio può ossidare gli alcoli primari saturi ad acidi carbossilici. Esso però attacca anche i doppi legami, cosicchè ordinariamente non può essere usato per l'ossidazione di un alcol insaturo.

ossidazione di alcoli primari

Il permanganato di potassio è meno utile per l'ossidazione degli alcoli secondari, in quanto il chetone che si forma può essere ulteriormente ossidato per rottura del legame carbonio-carbonio.

Il biossido di manganese non reagisce con gli alcoli ordinari, anche se riesce ad ossidare gli alcoli benzilico e allilico alle corrispondenti aldeidi.

Studia con noi