chimica-online.it

Polietilne

Caratteristiche e produzione del polietilene

Il polietilene o politene, spesso indicato con la sigla PE, è un polimero ottenuto dell'etilene H2C=CH2.

etilene

A causa della presenza del doppio legame, l'etilene è molto reattivo e può facilmente polimerizzare.

Polimerizzazione dell'etilene

La polimerizzazione dell'etilene può essere effettuata sia in autoclave che in soluzione.

La polimerizzazione in autoclave si effettua mantenendo l'etilene ad alta temperature (300°C - i 400°C) e ad alta pressione (1500 atm - 2000 atm).

La reazione di polimerizzazione dell'etilene è la seguente:

polimerizzazione etilene

Con questo tipo di polimerizzazione si ottiene un polimero (polietilene) altamente cristallino e di peso molecolare di circa 30000 uma - unità di massa atomica.

La polimerizzazione in soluzione viene effettuata utilizzando come solvente una miscela di idrocarburi saturi. La polimerizzazione viene effettuata alla temperatura di 100°C e alla pressione di 10 atm.

Il catalizzatore usato, messo a punto dal chimico tedesco Ziegler, è costituito da alchili di alluminio (AlR3) e tricloruro di titanio (TiCl3).

Nella polimerizzazione in soluzione si ottiene un polimero (polietilene) parzialmente cristallino che presenta buona elasticità ed elevata resistenza alla trazione.

Dopo il processo di estrusione, le fibre di polietilene vengono sottoposte allo stiro; tale processo aumenta il grado di cristallinità, in quanto, le fibre, si orientano in modo ancora più regolare.

Proprietà del polietilene

Il polietilene è un omopolimero non igroscopico, con un'ottima inerzia chimica: resiste sia agli acidi (compreso l'acido solforico e l'acido nitrico) che alle basi e alla maggior parte dei solventi della chimica organica.

Il più grosso inconveniente del polietilene è che non resiste al calore: a 100°C rammolisce e a 120°C fonde.

Usi del polietilene

A causa della sua difficoltà ad essere tinto e per il fatto che si presenta ruvido al tatto il polietilene non è mai stato utilizzato in grande quantità come fibra tessile.

Data la sua elevata resistenza ai reagenti chimici, il polietilene viene comunque utilizzato come fibra per confezionare camici da laboratorio con caratteristiche antiacido.

bottiglie in polietilene

Contenitori in polietilene

Il polietilene viene inoltre utilizzato per la produzione di borse, teli di protezione delle colture, teli da imballaggio, pellicole alimentari, tubature per il trasporto di liquidi (freddi), contenitori vari nonchè guaine di cavi elettrici e telefonici.

Il polimero contenente nell'unità polimerica un atomo di carbonio in più rispetto al polietilene è il polipropilene.

Studia con noi