chimica-online.it

Caolino

Che cos'è il caolino?

Il caolino (il cui nome deriva da quello della località cinese di Gaoling dove per la prima volta fu estratto) è una roccia costituita in gran parte da caolinite, accompagnata da minerali quali dichite e nacrite e da altri allumosilicati come montmorillonite, halloysite, illite.

Ha aspetto terroso e colore biancastro, tanto più chiaro quanto maggiore è la sua purezza, vale a dire il suo contenuto in caolinite.

Origine del caolino

I materiali caolinici si distinguono in:

  • caolini veri e propri, derivanti da decomposizione pneumatolitica o idrotermale di rocce ricche di feldspati;
  • argille caoliniche, derivanti anche esse da alterazione di rocce feldspatiche, causata però da agenti atmosferici.

La differenza di origine si riflette soprattutto sulle impurezze:

  • nel caso del caolino, queste sono poche e note a priori se si conosce la roccia di origine;
  • nel caso delle argille, possono essere numerose e diversissime.

In particolare gli ossidi di ferro accompagnano sempre le argille in una forma talmente suddivisa che ne rende impossibile l'eliminazione meccanica.

Luoghi di ritrovamento

In Europa i più importanti si hanno in diverse località della Boemia, della Sassonia, della Baviera e della Francia.

Negli USA si trovano diversi importanti giacimenti di caolino nel Vermont, nel Massachusetts, in Pennsylvania, nell'Alabama.

Per quanto riguarda l'Italia, giacimenti di limitata importanza si hanno nel Vicentino (le cosiddette terre di Vicenza), in provincia di Novara, nel grossetano e in alcune località della Sardegna.

cava di caolino

Cava di argille caoliniche. Il colore rosso è dovuta alla presenza di ossidi di ferro.

Impieghi del caolino e delle argille caoliniche

Essendo di colore bianco (in quanto privo di ossidi di ferro), il caolino trova impiego nella fabbricazione delle varie ceramiche e in particolare della porcellana.

A causa della sua grana più grossa, il caolino ha però - negli impasti - un basso potere legante, ma in compenso l'essiccazione avviene con facilità e durante il processo il preparato non subisce distorsioni.

Notevole quantità di caolino trovano impiego anche nell'industria cartaria sia come carica sia per la patinatura.

Il caolino viene poi usato, sia pure in quantità minore, in diverse altre industrie.

Fra le argille caoliniche quelle più pregiate sono senza dubbio le refrattarie, caratterizzate da un contenuto piuttosto elevato di allumina, da uno scarso contenuto in fondenti e - solitamente - anche da una discreta plasticità.

Queste argille trovano impiego nella preparazione dei materiali refrattari e, in miscela con fondenti, anche in quella dei gres artificiali.

Quando il contenuto in ossidi di ferro risulta particolarmente basso, le argille caoliniche vengono talvolta impiegate nella fabbricazione delle terraglie.

Ti lasciamo infine alcuni link che ti potrebbero interessare:

Studia con noi