chimica-online.it

Anfibolite

Che cosa è l'anfibolite?

L'anfibolite è un roccia metamorfica di colore verde scuro formata principalmente da anfibolo orneblenda e da plagioclasio (miscela di silicati di sodio e calcio in diverse proporzioni); come componenti accessori vi sono biotite, clorite, titanite, epidoto, granato.

La scistosità non è sempre molto pronunciata.

Assai frequente, specialmente nelle anfiboliti granatifere, è una struttura diablastica, ossia di microimplicazione tra due componenti minerali, come anfibolo orneblenda e plagioclasio, e tra granato e uno dei due precedenti.

anfibolite

Anfibolite proveniente dalla svizzera. Il colore bianco è del plagioclasio, il colore nero è dell'anfibolo.

Le anfiboliti sono collegate geneticamente, nella maggior parte dei casi, alle rocce eruttive basiche dalle quali derivano per metamorfismo e allora prendono il nome di ortoanfiboliti.

Le paraanfiboliti invece derivano da rocce sedimentarie in genere marnose e in tal caso hanno una composizione mineralogica più varia.

Le anfiboliti possono avere anche origine metasomatica derivando da calcari o dolomie impuri che hanno reagito con soluzioni contenenti silice, magnesio e ferro.

Esse sono frequenti lungo tutto l'arco alpino sotto forma di lenti intercalate in formazioni gneissiche, come si osserva, per esempio, a est della zona eruttiva basica di Ivrea.

Nella tettonica alpina le anfiboliti costituirebbero, dalla zona del Canavese alla Valtellina, il nucleo della falda delle Grigionidi, la prima delle tre coltri di ricoprimento che costituiscono l'insieme delle Alpi orientali.

Ti lasciamo infine alcuni link che ti potrebbero interessare:

anticlinale

calamina (minerale dello zinco)

cordierite (minerale, silicato di alluminio e magnesio)

Studia con noi