chimica-online.it

Agata

Che cos'è l'agata?

L'agata è una miscela naturale di silice cristallina e colloidale, ma costituita soprattutto da calcedonio.

In genere presenta zone concentriche di diversi colori a seconda dei sali minerali e, una volta lucidato, ha una brillantezza come se fosse tirato a cera.

Ha una densità relativa di 2,6 e il minerale è a volte più duro del quarzo.

L'agata viene usata per manici di coltelli, cuscinetti per strumenti di misura, per pestelli e mortai, per rulli nell'industria tessile e per oggetti ornamentali; i tipi più fini vengono usati come pietre dure.

I tipi di agata più fini provengono da giacimenti dell'Uruguay e del Brasile.

Molti tipi di agata contengono zone dendritiche, o a forma di felce, di ossido di manganese o di ferro che ricordano il muschio.

Le agate muschiate del Montana e l'agata muschiata giallo-verde della California, nota come amberina sono usate come pietre dure.

L'agata è una pietra che si forma dai depositi dell'acqua e spesso è sotto forma di stalattite e di legno pietrificato. Il legno pietrificato di agata del Wyoming e dell'Arizona ha una fluorescenza verde e viene usato per oggetti ornamentali.

L'agata traslucida gialla è detta sarda, mentre il tipo trasparente e rossiccio corniola. Entrambi i tipi vengono usati come pietre dure.

La sardonica è una corniola tendente al marrone.

L'agata iridata, con i colori dell'arcobaleno proveniente dal Montana e dall'Oregon è molto apprezzata.

L'opale muschiato del Nevada e della California è un tipo di agata muschiata con alternanze di opale.

La pietra di luna blu della California è un'agata blu con una lucentezza opalescente.

I tipi di agata in commercio potrebbero essere macchiati artificialmente con sali minerali, colorati o trattati con acidi per far risaltare i diversi colori.

L'agata bianca è un tipo di calcedonio color panna con un aspetto ancor più ceroso dell'agata.

Ti potrebbe interessare

Studia con noi