chimica-online.it

Preparazione di un sapone

Relazione di laboratorio: come si prepara un sapone

Introduzione

I grassi naturali, noti anche con il nome di trigliceridi (o più esattamente triacetilgliceroli) sono esteri della glicerina (o glicerolo).

Essi subiscono facilmente idrolisi basica (in un processo noto con il nome di saponificazione) formando glicerolo e sali degli acidi grassi.

I sali di sodio e potassio degli acidi grassi a lunga catena che si ottengono nel processo di saponificazione costituiscono i saponi.

saponificazione

Scopo dell'esperienza

Preparare un sapone mediante idrolisi basica dei grassi contenuti in un olio di oliva.

Attrezzature

Becco bunsen

Treppiede

Reticella spargifiamma

Cilindro graduato da 25 mL

Cilindro graduata da 100 mL

Becher da 200 mL

Beuta da 100 mL

Imbuto di vetro

Filtro di carta

Materiali e reagenti

Soluzione al 20% di idrossido di sodio*

Cloruro di sodio NaCl

Olio di oliva

Procedimento

In una beuta da 100 mL inserire 10 mL di olio di oliva e 10 mL di una soluzione di NaOH al 20%.

Mediante pinza e sostegno fissare la beuta all'interno di un becher da 200 mL posto su un treppiede con reticella, facendo in modo che la beuta non tocchi nè le pareti nè il fondo del becher.

All'interno del becher inserire dell'acqua del rubinetto. L'acqua andrà a riempire l'intercapedine presente tra la beuta e il becher.

Accendere il Bunsen e riscaldare l'acqua del becher: il contenuto della beuta viene riscaldato a bagnomaria.

Regolare la fiamma del Bunsen in modo che l'acqua bolla moderatamente.

Protrarre il riscaldamento per circa 30-35 minuti, aggiungendo, se necessario, dell'acqua, per ripristinare quella perduta nel processi di evaporazione. Allo scopo di evitare la formazione di grumi agitare frequentemente il contenuto della beuta con una bacchetta di vetro.

Quando si constata la scomparsa di schiuma e la completa assenza gocce di olio si aggiungono alla miscela circa 50 mL di una soluzione satura di NaCl precedentemente riscaldata; in tal modo il sapone ottenuto salirà a galla separandosi dal resto della soluzione.

Lasciare raffreddare.

Filtrare con filtro di carta lavando ripetutamente la massa solida con acqua allo scopo di eliminare ogni traccia di soda caustica dal sapone.

Curiosità sui saponi

I saponi più usati sono quelli sodici, di aspetto solido e compatto, mentre i saponi potassici hanno un aspetto più molle e sono utilizzati per la produzione di saponi liquidi e saponi da barba.

* La soluzione si prepara sciogliendo 20 g di NaOH a 80 g di H2O. Attenzione: aggiungere NaOH all'acqua e non viceversa.

Studia con noi