chimica-online.it

Moto rettilineo

Il moto più semplice di un corpo: il moto rettilineo

Il moto più semplice che esiste è quello rettilineo.

Il moto rettilineo è il moto che avviene lungo una retta che rappresenta dunque la traiettoria del moto.

Il punto materiale si può muovere o in un verso o nell'altro allontanandosi o avvicinandosi ad un punto che viene arbitrariamente scelto come origine:

moto rettilineo

Legge oraria e moto rettilineo

Il punto P della figura sopra si trova tra la posizione 1 e la posizione 2, ma non sappiamo se esso si stia dirigendo verso il punto 2 o verso il punto 1, o se esso rimane in stato di quiete.

Si dice legge oraria del moto l'equazione che lega lo spazio in funzione del tempo e per cui è possibile predire ad ogni tempo t la nuova posizione della particella.

Tale legge si indica come:

S(t)

Essa è un'equazione in cui la variabile indipendente è il tempo, che può assumere solo valori maggiori di zero, mentre la variabile dipendente è proprio lo spazio che può assumere anche valori negativi, a seconda di come si sia posizionata l'origine.

Se il punto P non è in quiete e quindi non permane nella stessa posizione al variare del tempo, si dice che per esso si verifica una variazione di spazio rispetto al tempo.

Ora tale variazione si definisce velocità, ed è rappresentata dal rapporto di quanto spazio viene percorso rispetto al tempo impiegato a percorrerlo:

v = (spazio pecorso) / tempo

Se invece il punto che si sta muovendo lungo la retta, incrementa (o decrementa) la propria velocità allora si parlerà di accelerazione rappresentata stavolta dal rapporto di quanto è variata la velocità rispetto al tempo:

a = (variazione di velocità) / tempo

Esempi di moto rettilineo

Esistono due tipi di moto rettilineo:

Esercizi sul moto rettilineo

Se ti interessano li trovi qui:

Studia con noi