chimica-online.it

Altezza del suono

Che cos'è l'altezza di un suono?

L'altezza di un suono indica la frequenza del suono (che potrebbe essere ad esempio una nota musicale); è una delle caratteristiche principali del suono negli studi di acustica.

Un suono si dice acuto se la frequenza di oscillazione della sorgente che l'ha prodotto risulta elevata, viceversa il suono si dice grave, ovvero caratterizzato da una frequenza più bassa.

Ad esempio sulla tastiera di un pianoforte la sequenza di tasti bianchi e neri che va da sinistra verso destra serve a produrre suoni più gravi (connessi a corde spesse e pesanti) o suoni più acuti (corde più sottili e leggere)

suoni gravi e acuti del pianoforte

Tastiera di un pianoforte.

Anche le voci umane in base all'altezza raggiunta (cioè in base alla frequenza con cui vibrano le corde vocali che emettono i suoni) si possono classificare in basso, baritono (voci più gravi) fino ad arrivare al soprano (voce più acuta).

Questa gamma di suoni principali corrispondenti ad ogni tasto del pianoforte si dicono note; esse sono 7 ma si ripetono sulla tastiera proprio variando la frequenza.

Più suoni emessi contemporaneamente a frequenze diverse possono suscitare le più svariate sensazioni nel nostro cervello: si parla così di accordi quando la sensazione del suono è piacevole, o di disaccordi quando invece la sensazione risulta sgradita.

Ti potrebbe interessare

Studia con noi