chimica-online.it

Miorilassanti

Che cosa sono i miorilassanti?

I miorilassanti sono farmaci che sono in grado di rilassare sia la muscolatura scheletrica (ovvero la muscolatura volontaria, regolata dall'attività celebrale) sia la muscolatura liscia (ovvero la muscolatura involontaria, la cui attività viene regolata dal sistema nervoso autonomo).

Un paziente trattato con miorilassanti, non è più in grado di contrarre i muscoli pur rimanendo cosciente e percependo perfettamente gli stimoli dolorosi; questi farmaci però non provocano effetti di sorta sul sistema cardiovascolare, su polmoni, fegato, o rene.

Gli effetti negativi di questi farmaci sono legati a un sovradosaggio con paralisi dei muscoli toracici e del diaframma; tale paralisi non rappresenta tuttavia un pericolo purché sia istituito un adeguato metodo di respirazione artificiale, sino a che l'effetto della sostanza non sia svanito.

Impiego dei miorilassanti

L'uso dei miorilassanti trova larga indicazione nell'alta chirurgia, specialmente toracica e addominale; quando sono usati in combinazione con un anestetico per inalazione, permettono che l'anestesia rimanga più leggera, e, se associati a un barbiturico, la dose di questo può essere mantenuta al minimo.

I principali miorilassanti sono:

Studia con noi