chimica-online.it

Bacitracina

Che cos'è la bacitracina?

La bacitracina (nota anche con il nome di aifivina) è un antibiotico isolato nel 1945 da colture di Bacillus subtilis.

Si tratta di una miscela di polipeptidi, indicati con le lettere A, B, C, D, E, F1, F2, F3. Il componente principale è la bacitracina A, che è costituita da 12 amminoacidi e presenta la seguente formula bruta: C66H103N17O16S.

La bacitracina A è un composto neutro, solubile in acqua, instabile specialmente in soluzione alcalina, di sapore amarissimo.

L'attività antimicrobica della bacitracina si esplica sui germi grampositivi e su alcuni germi gramnegativi.

Sono sensibili a concentrazioni di bacitracina inferiori a 2 μg/cm3:

  • Streptococcus pyogenes;
  • Streptococcus viridans;
  • Streptococcus faecalis;
  • Diplococcus pneumoniae;
  • Staphilococcus aureus;
  • Neisseria meningitidis;
  • Neisseria gonorrhoeae;
  • Corynebacterium diphtheriae;
  • Actinomyces israelii;
  • Bacillus anthracis;
  • Haemophilus influentiae;
  • Haemophilus pertussis;
  • Clostridia.

Sono anche sensibili spirochete e amebe; non sono sensibili altri Batteri gramnegativi, micobatteri, Funghi e la maggior parte dei Protozoi.

Meccanismo d'azione

La bacitracina è un antibiotico ad azione batteriostatica o battericida, secondo la concentrazione, e il suo meccanismo d'azione è fondato sull'inibizione della biosintesi della parete cellulare batterica; altri effetti notevoli sono l'inibizione dell'assunzione di acido glutammico da parte di stafilococchi in fase proliferativa e dell'enzima D-amminoacidoossidasi.

Farmacocinetica

La bacitracina non viene assorbita quando è somministrata per via orale e l'eliminazione avviene nelle feci.

Dopo somministrazione intramuscolare presenta livelli ematici di 0,2-2,0 UI/cm3 per 6-8 ore e l'eliminazione avviene sia nelle urine sia nel secreto biliare.

L'antibiotico dà luogo a fenomeni di tossicità a carico del rene se somministrato per via parenterale e ciò ne limita molto l'uso per questa via.

Preferibile è l'uso esterno per mezzo di pomate.

Indicazioni terapeutiche della bacitracina

La bacitracina è impiegata per la cura di infezioni locali (ferite, ascessi, foruncoli, infezioni oculari, vulvovaginiti), di meningiti e di altre gravi infezioni del sistema nervoso centrale e della dissenteria bacillare

In modo simile la bacitracina è utilizzata in campo veterinario specialmente per il trattamento di infezioni intestinali e locali.

Studia con noi