chimica-online.it

Anestetici

Che cosa sono i farmaci anestetici?

Si definiscono anestetici quei farmaci che producono un annullamento dello stato di coscienza (limitato al periodo della loro somministrazione) con conseguente scomparsa della sensibilità dolorifica, tale da consentire l'esecuzione di dolorose operazioni.

In un anestetico, dunque, sono elementi essenziali la brevità dell'effetto farmacologico e la reversibilità - entro breve tempo dalla sospensione del farmaco - delle alterazioni neuropsichiche da esso indotte.

L'anestetico ideale sarà dunque quello dotato di più breve periodo di induzione, che consenta il più rapido risveglio e che sia sprovvisto di effetti tossici generali o sul sistema nervoso in particolare sia durante sia dopo il periodo di somministrazione dell'anestetico.

Meccanismo d'azione degli anestetici

Malgrado gli innumerevoli studi effettuati, il meccanismo d'azione degli anestetici non è del tutto chiaro.

La constatazione che numerose sostanze ad attività anestetica hanno una spiccata affinità per i lipidi, di cui le strutture nervose e particolarmente le membrane cellulari sono ricche, ha indotto a correlare l'effetto farmacologico degli anestetici con la loro liposolubilità che andrebbe a modificare le proprietà della superficie cellulare connesse con il manifestarsi delle attività nervose (permeabilità, polarizzazione).

In realtà, se per molti anestetici una tale correlazione si può dimostrare, per altri (esempio: alcaloidi) essa non è più valida; d'altra parte esistono sostanze aventi proprietà fisico-chimiche identiche a quelle degli anestetici, ma sprovviste di attività farmacologica.

Si è anche cercato di spiegare l'azione anestetica sulla base degli effetti di inibizione che questi farmaci producono a livello di alcuni sistemi enzimatici interessati nel metabolismo energetico delle cellule.

Tipi di anestetici

Si distinguono comunemente in chirurgia due tipi di anestetici:

  • quelli che agiscono essenzialmente sulle strutture nervose centrali, detti anestetici generali. Essi conducono alla sospensione delle funzioni inerenti alla vita di relazione con mantenimento delle funzioni fondamentali della vita vegetativa;
  • quelli che agiscono per mezzo di particolari sostanze a livello di strutture nervose periferiche, detta appunto anestetici locali. Essi si limitano alla soppressione della percezione dolorifica.

Lista di farmaci anestetici

Tra gli anestetici generali rientrano i seguenti farmaci:

  • Alotano
  • Desflurano
  • Enflurano
  • Isoflurano
  • Metossiflurano
  • Sevoflurano

Tra gli anestetici locali rientrano i seguenti farmaci:

  • Ametocaina
  • Bupivacaina
  • Cocaina
  • Dibucaina
  • Diperodone
  • Levobupivacaina
  • Lidocaina
  • Mepivacaina
  • Prilocaina
  • Ropivacaina

Studia con noi