chimica-online.it

Vapore

Che cos'è il vapore?

Vapore è un particolare stato aeriforme della materia ottenuto dall'evaporazione o dall'ebollizione di una sostanza allo stato liquido o, in certi casi particolari, dalla sublimazione di una sostanza allo stato solido (come nel caso dello iodio).

In modo più specifico si definisce vapore una specie chimica gassosa che si trova al di sotto della sua temperatura critica.

La temperatura critica di una specie chimica è quella temperatura al di sotto della quale è possibile liquefarla per semplice compressione (ovvero tramite un aumento di pressione). E' questa la vera differenza tra vapore e gas:

  • un gas è un aeriforme che si trova ad una temperatura superiore alla sua temperatura critica; il gas non è liquefabile per compressione.
  • un vapore è un aeriforme che si trova ad una temperatura inferiore alla sua temperatura critica; il vapore è liquefabile per compressione.

Quando una specie chimica è definita "vapore"?

In base a quanto detto in precedenza, una stessa specie chimica può comportarsi da gas o da vapore a seconda che si trovi ad una temperatura superiore o inferiore alla sua temperatura critica.

In pratica, è d'uso corrente attribuire il nome di vapore a quelle specie chimiche aeriformi la cui temperatura critica è nettamente al di sopra della temperatura ambiente.

Così l'ammoniaca (tcr = 132,5 °C) è un vapore, il vapore acqueo (tcr = 373,936°C) è un vapore, ecc.

Queste sostanze, a temperatura ambiente, sono liquefabili per semplice compressione.

Bisogna ricordare infine che, molto spesso, con il termine generico di vapore si intende il vapore acqueo.

Studia con noi